Ecco le 6 tecniche per mantenere una postura corretta

Ecco le 6 tecniche per mantenere una postura corretta

Che passiamo le nostre giornate prevalentemente in piedi o seduti, è molto probabile che lo facciamo nel modo sbagliato andando a causare una posizione scorretta della colonna vertebrale. Le conseguenze della postura scorretta si manifestano con il tempo e possono essere gravi e debilitanti.

woman with impaired posture position defect scoliosis and ideal

Come assumere una postura corretta?

Quando ci sediamo i piedi devono essere ben piantati a terra, la schiena deve essere eretta e le spalle devono tendere all’indietro. Incrociare le gambe potrebbe essere comodo al momento, in realtà in tal modo si blocca la circolazione sanguigna e ne risentiremo di gonfiore e stanchezza.

Quando siamo in piedi il petto deve essere esposto in avanti e dobbiamo far attenzione ad equilibrare il peso su entrambe le gambe: evitiamo di appoggiare (come spesso accade) il nostro corpo su una sola gamba.

Quando si cammina collo e testa devono guardare avanti, non in basso (i dispositivi elettronici non aiutano). Il passo va compiuto toccando terra prima con il tallone e poi con la punta del piede.

Quando dormiamo dovremmo preferire la posizione sul lato e con le gambe leggermente piegate per mantenere allineata la colonna vertebrale. Non risparmiamo su cuscini e materassi, devono essere di qualità.

Quando si guida la postura corretta potrebbe perfino evitare lesioni in caso di tamponamenti o incidenti improvvisi. Dobbiamo fare in modo che i piedi arrivino ai pedali in modo agevole, inoltre evitiamo di curvarci in avanti.

I metodi per migliorare la postura

#1. Il primo passo da compiere è quello di ricordare. Esatto, non è facile cambiare le abitudini e saremo costretti a riflettere ogni volta che sederemo o ci alzeremo.

LEGGI ANCHE:  Kiwi: proprietà, benefici e valori nutrizionali

#2. Per aiutarci in questo cambio di abitudini, immaginiamo di essere sorretti da una corda verticale e, dunque, le posture scorrette non fanno altro che causare la perdita di equilibrio.

#3. Un altro metodo è il nastro adesivo sulla schiena. Chiediamo a qualcuno di formare una X con il nastro partendo da una spalla per raggiungere il fianco opposto, poi seguiamo il girovita con il nastro fino a raggiungere l’altro fianco, dunque risaliamo fino alla spalla ancora “nuda”.

#4. È una tecnica antica abitualmente utilizzata per le bambine: camminare con un libro in testa.

#5. I polpacci hanno un ruolo importante in quanto dovrebbero essere sottoposti al maggiore sforzo. Per rafforzarli e per allungare bene la colonna vertebrale c’è un piccolo esercizio: sediamoci a terra con le gambe ben stese e raggiungiamo con le punte delle dita i nostri piedi piegando la schiena.

#6. Di tanto in tanto… fermiamoci! Possiamo lavorare seduti o in piedi, in ogni caso, prendiamoci una pausa alzandosi (nel primo caso) o sedendosi, nel secondo caso.

Consiglio extra. Infine ci vuole un po’ di giudizio. Guardiamoci allo specchio, assumiamo una postura corretta per capire meglio quali sensazioni ci fa provare, in modo da poterla adottare anche altrove

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...