Redazione Contatti Impostazioni Privacy

Lievito madre con acqua e farina, pronto da usare in soli 5 giorni

Lievito madre con acqua e farina e pronto da usare in soli 5 giorni.

Il lievito è un ingrediente fondamentale quando si preparano gli impasti base. Per prepararlo in modo corretto a casa propria bisogna prestare attenzione a nutrirlo regolarmente e a non lasciarlo per troppo tempo in frigorifero altrimenti potrebbe sviluppare alcuni batteri o alcuni funghi molto pericolosi.

Lievito madre con acqua e farina

 

Per preparare in casa un ottimo lievito naturale esiste una ricetta che vi permette di averlo pronto in soli 5 giorni, ecco che cosa prevede e quali sono i passaggi.

Lievito madre con 2 ingredienti: Ingredienti e attrezzature

Per fare il lievito naturale, ci vogliono:

  • 100 grammi di farina  ogni giorno (va bene anche la  farina integrale o  di segale, non va bene la farina di mandorle)
  • 100 ml di acqua ogni giorno

Serviranno anche:

  • Una ciotola di vetro della capienza di un litro (evitare il metallo), stretta e alta
  • Un pezzo di pellicola trasparente da cucina o un pezzo di garza
  • Uno strofinaccio pulito
  • Un elastico
  • Una bilancia da cucina.

 

Procedimenti giorno per giorno: Giorno 1

In una ciotola di vetro inserire 100 ml di acqua a 100 grammi di farina. Mescolare accuratamente fino ad ottenere un impasto senza grumi, piuttosto spesso e appiccicoso.

Con uno strofinaccio pulito pulire i bordi interni della ciotola e coprirla con un pezzo di pellicola trasparente senza stringere troppo. Potete fissare la pellicola con un elastico. Fare riposare il composto per 48 ore ad una temperatura compresa tra i 21 e i 24 gradi.

Procedimenti giorno per giorno: Giorno 3

Quando andrete a guardare il vostro composto, dovrebbe avere delle bollicine in superficie e dovrebbe avere un profumo vagamente dolciastro. A questo punto, dovrete pesare 100 gr dal contenuto del vostro vasetto e aggiungere altri 100 grammi di farina e altrettanti 100 ml di acqua al lievito. L’esubero va buttato.

Mescolare per bene fino ad ottenere un composto liscio e molliccio e rimetterlo a riposare sempre coperto e per altre 24 ore.

Quarto giorno: i passaggi da fare

Controllare il lievito, sarà aumentato di volume e sulla sua superficie ci saranno delle bolle un pochino più grandi. In questo step il suo odore potrebbe sembrare un po’ acidulo ma è del tutto normale. Ripetere il rinforzo prelevando sempre 100 gr dal vostro vasetto e aggiungendo altri 100 grammi di farina e 100 ml di acqua, mescolare e coprire.

LEGGI ANCHE:  Letto contenitore fai da te: Ecco 20 idee che ti aiuteranno a realizzarne uno a basso costo

 Quinto giorno: i passaggi da fare

Al quinto giorno (mattino) il vostro lievito sarà ricoperto totalmente di bolle e come per gli altri giorni dovrete aggiungere 100 ml acqua, 100 gr farina e mescolarlo, coprirlo e lasciarlo riposare ripetendo l’operazione dopo 12 ore.

Quinto giorno: il vostro lievito è pronto

A distanza da 12 ore dal rinfresco del 5 giorno (quindi nello stesso giorno. Esempio: 8.00 a.m rinfresco 20.00 pm)  il vostro lievito avrà raggiunto una consistenza schiumosa . Ora prelevatene i soliti 100 grammi da rinfrescare (ma non buttate il lievito che vi rimane) con: 100 grammi di farina e con 100 ml di acqua, lasciatelo per almeno 2 ore, 2 e mezza a temperatura ambiente e mettetelo in frigo. Se non dovrete usarlo nei giorni a seguire andrà rinforzato almeno una volta alla settimana e dopo il primo mese una volta ogni mese. Torniamo al lievito che avete tolto: aggiungete 50 ml di acqua e 100 gr di farina quando avrà raddoppiato il suo volume (circa 3 o 4 ore) procedete a preparare la vostra ricetta, il vostro lievito madre è pronto e con un ottimo potere lievitante.

Attenzione: il lievito una volta completata la procedura va conservato in frigo e quando dovrete usarlo va lasciato fuori a temperatura ambiente almeno per 2 o 3  ore, dopodiché prelevate i soliti 100 gr e rinfrescate (aggiungendo sempre 100 gr di farina e 100 di acqua) lasciate fuori dal frigo per altre 2 o tre ore e conservate. Mentre con il lievito che vi rimane, cioè quello da usare fate il rinfresco con 50 ml di acqua e 100 di farina aspettate che raddoppi e procedete con la vostra ricetta. Se non volete impastare dovrete solo buttarlo ovviamente senza rinfresco, una volta tolto il lievito da rinfrescare e conservare trattate la parte rimanente come esubero.

Attenzione: a seconda delle temperature, il lievito potrebbe impiegarci più giorni ad essere pronto per l’utilizzo e la stessa cosa vale per le ore che impiegherà per il raddoppio.

Buona preparazione !

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...