10 problemi psicologici dovuti ad un comportamento sbagliato dei genitori

Ci sono molte persone che hanno bisogno di diversi anni di terapia per cercare di capire cosa ci sia alla base dei loro problemi, delle loro preoccupazioni e delle loro paure. I motivi nella gran parte dei casi sono facili da trovare perché spesso risalgono all’infanzia. Molti comportamenti e molti problemi psicologici nascono molto spesso a causa di genitori che assumevano determinati atteggiamenti nei confronti dei figli o che spesso ripetevano certi tipi di frasi sbagliate nei loro primi anni di vita.

“Iper genitore” o “genitore elicottero” fa riferimento a quei genitori che volano sulla testa dei propri figli proprio come se fossero degli elicotteri. Non perdono nessun dettaglio della loro vita. E’ pur vero che questo viene fatto perché un genitore si preoccupa, ma questo controllo continuo causa dei disturbi psicologici e da potranno avere grandi a difficoltà a prendere da soli delle iniziative. Per esempio, se per prendere una decisione devi chiedere prima ai tuoi genitori, è probabile che tu sia stato vittima di questo tipo di educazione da piccolo.

Se i genitori dicono continuamente al proprio figlio che dopo la sua nascita ci sono stati tanti problemi, il bambino tende a pensare che forse sarebbe stato meglio se non fosse mai nato, perché il bambino capisce che: “Tutte le cose brutte accadono per colpa mia, se non esistessi non ci sarebbero problemi”. Quando sarà adulto questi traumi verranno alla luce con comportamenti distruttivi, come ad esempio fare sport estremi, bere alcol in modo eccessivo, uso di droghe o tabacco.

I genitori che dicono continuamente frasi del tipo: “Sii più serio“, “Non fare stupidaggini“, “Non fare il bambino“, “È ora che diventi più intelligente” ecc., fanno in modo che il bambino una volta adulto sia molto serio, incapace di rilassarsi completamente. Inoltre, se cresciuti con questo tipo di comportamento, probabilmente in età adulta queste persone non ameranno i bambini ed odieranno tutti coloro che hanno un comportamento infantile.

Se i genitori tendono sempre a confrontare il proprio figlio con altri bambini facendogli notare che gli altri sono più bravi di lui o gli ripetono sempre frasi del tipo “Io alla tua età già ero in grado di farlo, ero più bravo di te”, sicuramente in età adulta saranno molto autocritici, avranno poca autostima, saranno sempre poco soddisfatti di loro stessi, cercheranno di assomigliare agli altri, saranno invidiosi di tutti e odieranno ogni loro minimo difetto.

Alcuni genitori dicono frasi del tipo: “Non fidarti di nessuno“, “Tutte le persone mentono, non sono sincere“, “Solo io so cosa è meglio per te“. Il bambino capisce con queste parole che: “Tutte le persone sono pericolose, tranne i miei genitori”. Il bimbo diventa ostile all’ambiente che lo circonda ostile e vedrà solo trappole e cattiverie. In età adulta potrebbe avere dei seri problemi con la fiducia e potrebbe avere problemi con i suoi rapporti personali.

LEGGI ANCHE:  Una ricerca dice che chi ama il sapore amaro ha questa personalità

Ai bambini a cui viene ripetuto sempre: “Sei troppo piccolo per farlo“, cresceranno credendo di essere sempre troppo piccoli per fare qualsiasi cosa. È molto probabile che queste persone, in futuro, cercheranno un compagno che abbia lo stesso comportamento dei propri genitori.

Se i genitori ripetono ai propri figli frasi del tipo: “Non ti credere tanto intelligente“, “Smettila di sognare“, “Perché non sei come tutti gli altri“, il bambino crescerà senza avere opinioni, senza interessi e senza mai prendere iniziative. Non riuscirà mai a mostrare e a dimostrare i propri talenti, gli sarà difficile superare gli ostacoli di tutti i giorni. E’ facile che prenderà strade sbagliate.

Se i genitori non mostrano il proprio calore e le proprie emozioni ai figli, ma sono sempre freddi e seri, i bambini tenderanno ad avere questo tipo di comportamento. Inoltre, se i genitori ripetono frasi del tipo:  “Non piangere“, “Non è successo niente, non fa così male“, “Tieni duro e smetti di piangere che ormai sei grande“, il bambino nasconderà i suoi sentimenti credendo che sia una cosa brutta che non bisogna fare. Se tenderà a nascondere i sentimenti, soprattutto quelli negativi, questi si manifesteranno attraverso l’organismo.

Noi non abbiamo avuto la possibilità di studiare all’università, però facciamo il possibile perché tu possa farlo! Capisci i sacrifici?”. I figli non hanno nessuna colpa dell’infanzia e della vita vissuta dei propri genitori, e attraverso queste frasi il ragazzo si sentirà totalmente in colpa, anche se lui non c’entra nulla. “E non ti azzardare a tornare a casa con un brutto voto o dicendo che non hai passato l’esame!“. In questo modo il ragazzo si sente sotto pressione e si stressa.

Infine, esistono dei genitori “iper protettivi” che non permettono ai bambini di fare le cose più stupide. “Non toccare il gatto che ti graffia“, “Attento che cadi“, “Non colorare così, sennò sporchi tutto”, “Non ti sedere a terra”. Il risultato è che il bambino non prenderà più nessuna decisione da solo. Naturalmente, crescerà avendo un comportamento passivo ed irresponsabile, avrà dubbi e paranoie tutte le volte che dovrà fare qualcosa di importante.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...