101 segreti per il vostro giardino svelati da un esperto

Amate curare piante e giardino ma spesso incorrete in inconvenienti che non sapete esattamente come risolvere? Di seguito un po’ di interessanti trucchi utilizzati dai giardinieri professionisti!

 

1) Prima di far germogliare i semi, scaldiamo al microonde il terriccio in cui verranno immersi.

2) Dopo aver interrato i semi di una pianta, spolverizziamo della polvere di cannella sul terriccio per prevenire la comparsa di funghi.

3) Copriamo le piantine piccole con un bicchiere di vetro. Aiuta a mantenere l’idratazione e protegge dal vento e dalle temperature rigide.

4) Per far cresce le radici di una pianta nell’acqua aggiungiamo un po’ aspirina.

5) Non sappiamo che tipo di terriccio c’è nel nostro giardino?

Prendiamone una manciata e pressiamolo con vigore nella nostra mano. Apriamola e osserviamo cosa avviene. Se mantiene la sua forma data dalla “strizzata” ma si sbriciola al minimo tocco allora è terreno limoso; se mantiene la forma e resiste al tocco si tratta di suolo argilloso; se non mantiene la forma data dalla mano è sabbioso.

6) Non vi è bisogno di spendere denaro per un test kit del terreno.

Preleviamo un po’ di terra e mettiamola in un contenitore. Aggiungiamo mezzo bicchiere di aceto. Se il terreno comincia a produrre bolle o a sfrigolare vuol dire che è alcalino.

Se non c’è alcuna reazione, preleviamo altro terreno, mettiamo in un altro contenitore, aggiungiamo mezzo bicchiere d’acqua e mescoliamo. Poi aggiungiamo mezzo bicchiere di bicarbonato di sodio. Se la reazione produce delle bolle è terreno acido.

7) Un altro modo per capire il pH del terreno è osservare quali tipi di erbe vi crescono. Se ci sono denti di leone (tarassaco) e sanguinella sottile, allora il pH è più basso (acido). Se invece ci sono

LEGGI ANCHE:  Sturare il lavandino in pochi minuti: il metodo infallibile ed ecologico

8) Aggiungiamo delle carta a pezzetti al compost per renderla più nutriente, ma evitiamo la carta delle riviste.

9) Se abbiamo un animale che perde peli, invece di disperarci prendiamo al volo l’opportunità. Aggiungiamo i peli raccolti al compost, ricchi di azoto.

10) Chi vive vicino al mare può approfittarne e raccogliere delle alghe. Laviamole dal sale e aggiungiamo al compost.

11) Prima di aggiungere il pacciame in inverno, attendiamo la prima gelata.

12) Se abbiamo un camino oppure usiamo il legno per ricavare carboni per la brace, non buttiamo mai via la cenere prodotta. Conserviamo in un contenitore in metallo e usiamola per nutrire le nostre piante.

13) Tagliamo a pezzi la scorza di banana e sotterriamola in giro per il giardino. Apporta potassio e fosforo al suolo.

14) Ricicliamo anche i gusci di uova frantumandoli e distribuendoli nei pressi delle piante di pomodoro. Nutriranno la pianta con un importante minerale, il calcio.

15) Un altro modo per nutrire il suolo di calcio è quello di versare l’acqua (raffreddata) in cui abbiamo bollito delle uova.

Vi abbiamo riportato  i trucchi più interessanti per continuare potrete seguire la vostra lettura cliccando QUI

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...