Ecco 11 cose che (forse) non sai sulle mestruazioni e il ciclo

Ecco 11 curiosità sul ciclo che (forse) non sapevi

– I NUMERI DEL CICLOmenstruation.900x600

La  quantità di sangue persa in media ogni volta che compare il ciclo è di circa 30-40 millilitri, per rendere meglio l’idea circa 2-3 cucchiai. In una vita intera invece la quantità di sangue persa è di 24 litri. Ma quante ovulazioni e cicli ha la donna in una vita intera? Nei paesi industrializzati circa 450-500 cicli, a differenza di decenni fa che erano soltanto 160. Perché questa differenza? Semplice, perché il menarca aveva inizio più tardi, le gravidanze arrivavano prima ed erano molte di più rispetto ad oggi, più i periodi di allattamento. Molto spesso le poche mestruazioni erano dovute anche alla malnutrizione.

– MA COME FANNO LE ASTRONAUTE NELLO SPAZIO?111636-md.900x600

Nello spazio la donna può scegliere se bloccare farmacologicamente o no il ciclo con la pillola anticoncezionale in modo continuo. Secondo un recente studio questa è la maggiore soluzione scelta dalle astronaute in passato.

– PENALITÀ PER LE ATLETE?rtxgtp2.900x600

Alle Olimpiadi di Rio la nuotatrice cinese Fu Yuanhui ha rivelato il disagio causato dalle mestruazioni durante una gara. La svedese Uta Pippig invece ha vinto nel 1996 la maratona di Boston con il sangue da ciclo che le colava giù per le gambe. Non ci sono ancora studi che dimostrano se le mestruazioni possano influenzare in qualche modo una performance atletica.

– IL CICLO DELLE DONNE CHE VIVONO INSIEME SI SINCRONIZZAh_5.00048887.900x600

Questa notizia è una bufala, non è mai stata verificata e dimostrata. Le donne hanno cicli di diversa lunghezza, può capitare che si possano qualche volta sovrapporre, ma è solo casualità.

– QUANDO LA DISNEY SPIEGAVA LE MESTRUAZIONIdisney-ciclo.900x600

Dal 1945 al 1951, la Disney propose dei film educativi per le scuole, sul funzionamento del corpo delle donne e sul ciclo. Quasi sicuramente sono stati i primi ad usare il termine “vagina” nei film.

– CREDENZE E LEGGENDEipa_d7t4n6.900x600

Nell’epoca vittoriana quando le donne avevano il ciclo era proibito loro di andare ai giardini perché si pensava che facessero seccare le piante e i raccolti. Ancora tutt’ora esiste questa credenza. Un’altra credenza è che la donna con il ciclo non possa dedicarsi al raccolto e alla lavorazione dei pomodori, melanzane, dell’uva e così via per la paura che possa fare andare a male il cibo.

– VOGLIA DI DOLCI E CIOCCOLATAchocolate.900x600

LEGGI ANCHE:  Santo del Giorno 8 Settembre: Natività della Vergine Maria

Durante il ciclo e prima del ciclo si ha un calo della serotonina, l’ormone della felicità. La voglia di dolci e cioccolata è una richiesta da parte del proprio corpo per riportare la serotonina ai suoi normali livelli. Si è dimostrato che mangiare dolci migliora l’umore delle donne in questo periodo.

– PRIMA DEGLI ASSORBENTIgranger_0416338_highres_preview.900x600

Ci sono poche testimonanze, nell’antico Egitto ad esempio si usava papiro ammorbidito, nell’antica Roma lana o stoffa. Anche nel Medioevo, quando non si usava la biancheria intima, le signore avevano gli “assorbenti” che venivano fissati con una specie di cintura, le donne più povere forse non usavano niente e sanguinavano nei vestiti. Gli assorbenti sono stati realizzati nella Prima Guerra Mondiale.

– CHI HA INVENTATO IL TAMPAX?tampax.900x600

Il dottor Earle Haas, osteopata americano sembra aver avuto l’idea di creare un tampax da un’amica che utilizzava una spugna per assorbire il sangue mestruale. Così realizzò una specie di tappo di cotone da inserire nella vagina. Nel 1933 nessuno interessato a questo prodotto, decise di vendere il suo brevetto ad una donna d’affari tedesca, Gertrude Tendrich, che poi creò l’azienda diffondendo il marchio Tampax. I primi Tampax venivano realizzati in casa con macchina da cucire. Solo da pochi anni hanno avuto la loro massima diffusione.

– DOVE SONO ANCORA UN TABÙrts1nta.900x600

Secondo un rapporto dell’organizzazione WaterAid, il 50% di ragazzine in Iran e una su dieci in India pensa che il ciclo mestruale sia una malattia; una su tre in Asia meridionale non sa cos’è il ciclo. In molti paesi del mondo come in Nepal, le donne non possono uscire di casa durante i giorni di ciclo.

– CONSEGUENZE DI CUI SI PARLA POCO siroa.900x600I combattimenti in Siria hanno portato ad un peggioramento della salute, prodotti per la salute, tra cui anche gli assorbenti. Molte donne utilizzano assorbenti usati, altre invece ricorrono come ai vecchi tempi all’utilizzo di stracci. Non per questo, si è notato un aumento di infezioni e problemi ginecologici.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...