12 modi geniali per riciclare il burrocacao (Labello)

Quando è tempo di freddo, sintomi influenzali e secchezza della pelle dovuta alle condizioni climatiche si corre immediatamente al riparo con un nuovissimo stick di burrocacao. Poi torniamo a casa e ci rendiamo conto di averne uno risalente allo scorso anno. Buttarlo? Giammai! Perché ci sono almeno dodici usi alternativi per riciclare questo utilissimo cosmetico. Vediamo quali sono.

Stop alle pustole

Soprattutto con le calzature nuove capita di andare incontro a fastidiose e dolorose pustole alle caviglie, dovute all’attrito della scarpa non ancora adattata al nostro piede. Spalmando uno strato di burrocacao sulla caviglia eviteremo questo attrito rendendo il piede più “scorrevole”.

Rimuovere anelli

Per rimuovere dalle dita anelli inamovibili basta utilizzare del burrocacao. Spalmiamone uno strato sull’area circostante l’anello, quindi ruotiamolo delicatamente spingendolo verso l’esterno.

Narici secche

Tra starnuti e secchezza della pelle, in inverno il nostro naso diventa un ammasso rosso che oltre a dare una cattiva impressione brucia e fa male. Il burrocacao è molto più idratante di tante creme idratanti, quindi è possibile intuire la soluzione. Proviamolo anche sui gomiti e, ovviamente, sulle labbra.

Piccoli tagli

Ferite superficiali e piccoli tagli sulle mani sono un classico dell’inverno. Quando notiamo di averne sulla pelle, causati dalla secchezza tipica della stagione fredda, se non abbiamo cerotti a portata di mano possiamo utilizzare il burrocacao per evitare che le perdite di sangue rendano la situazione ancora più fastidiosa.

Scarpe lucide

Le calzature in pelle possono essere lucidate anche con il burrocacao. Se non abbiamo a disposizione prodotti appositi non bisogna disperarsi, perché uno strato di questo prodotto idratante renderà qualsiasi scarpa in pelle come nuova. Magari dopo evitiamo di usarlo sulle labbra!

Stringhe sempre allacciate

Restando in tema scarpe, sembra non esserci soluzione ai lacci che si slacciano ripetutamente senza alcuna apparente ragione. Dopo aver allacciato le stringhe, passiamovi un po’ di burrocacao per renderle ben salde.

LEGGI ANCHE:  Vecchie scale da rinnovare ma budget ristretto? Ecco 7 idee economiche!

Capelli al vento

Avete presente quei capelli che, nonostante ore passate a spazzolare, pettinare e piastrare, se ne vanno in giro da soli e concedendosi al primo vento che soffia? Un trucco per evitarlo è – indovinate – il burrocacao. Ma attenzione, passiamolo solo sui capelli ribelli, altrimenti otterremo un effetto di unto e di sporco.

Capelli secchi

Stesso discorso per le punte dei capelli, spesso soggette a secchezza. Per evitare la formazione delle doppie punte possiamo ungere le nostre dita di burrocacao e dunque strofinarlo sulla parte interessata. Come sopra, non esagerare con le quantità, altrimenti l’effetto non sarà gradevole.

Zip incastrata

Per aprire una zip incastrata è necessario ungerla e renderla più scorrevole. Il burrocacao è una soluzione rapida che in inverno abbiamo sempre a portata di mano.

Fori per orecchini

Chi non indossa orecchini per un periodo relativamente lungo potrebbe incorrere in qualche difficoltà. La pelle intorno al foro tende a restringersi, così nel momento in cui inseriamo il pendente potremmo sentire dolore e causare arrossamenti del lobo. Per evitare ciò spalmiamo un po’ di burrocacao prima di infilare l’orecchino.

Rimozione rimmel

Quando applichiamo il mascara possiamo servirci di un trucchetto per rimuovere le macchie formatesi in zone non desiderate. Ungiamo dell’ovatta con il burrocacao e sfreghiamo delicatamente per far sparire le sbavature in pochi secondi.

Base per ombretto

Per ottenere un migliore risultato visivo passiamo delicatamente sulla palpebra uno strato di burrocacao prima di applicare il trucco.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...