19 usi alternativi dell’acqua ossigenata che non conosci!

19 hack di perossido di acqua ossigenata 2

19 usi alternativi dell’acqua ossigenata che dovresti sapere!

I prodotti per fare le pulizie, sono spesso costosi e non sempre funzionano in tutte le situazioni. Da appassionati di pulizie green, sappiamo che esistono molti prodotti che nascono per scopi diversi e, che poi, risultano molto più efficaci dei detergenti industriali.

usi alternativi dell'acqua ossigenata

Oggi vogliamo vedere gli usi del perossido di idrogeno, altro non è che la comune acqua ossigenata, quella che usiamo per disinfettare le ferite.

19 usi alternativi dell’acqua ossigenata che dovresti sapere!

Ha un costo davvero basso e risolve egregiamente diversi problemi.

Sbiancare le fughe delle piastrelle

I pavimenti con il tempo perdono il loro splendore, in particolare le fughe tendono a sporcarsi e non tornare più bianche. In commercio esistono prodotti specifici per questo problema, alcuni promettono di pulirle, altri, invece, sono delle vere e proprie tinte da applicare sopra alla malta ormai scura e macchiata. In entrambi i casi, spesso, i risultati sono deludenti e i costi piuttosto elevati.

Con l’acqua ossigenata, invece, avremo un ottima resa con una minima spesa.

Versiamo, abbondantemente, il perossido di idrogeno, direttamente sopra alle fughe. Spazzoliamo con uno spazzolino da denti o, se la superficie da trattare è molto estesa con uno spazzolone. In quest’ultimo caso facciamo attenzione a non rovinare la piastrelle.

Lasciamo agire una mezz’ora o anche di più se abbiamo tempo. Poi sciacquiamo più volte con semplice acqua bollente. Le fughe torneranno bianchissime.

Ricordiamoci di fare tutta l’operazione con le finestre aperte per non respirare i fumi dell’acqua ossigenata.

Disinfettare e smacchiare il tagliere

Per i taglieri di legno o di plastica, prepariamo una soluzione con due parti di acqua e una di perossido di idrogeno. Spruzziamola sulla superficie e lasciamo agire per una decina di minuti. In caso di macchie ostinate grattiamole con una spazzola per piatti. Sciacquiamo sotto l’acqua calda corrente fino a che non saremo certi di aver eliminato ogni traccia di miscela. Poi facciamo asciugare completamente, se possibile al sole, così avremo un’ulteriore effetto disinfettante e sparirà ogni traccia di odore.

Pulire e disinfettare le spugne dei piatti

Le spugne con cui laviamo i piatti devono necessariamente essere perfettamente igienizzate. Immergiamole per un quarto d’ora in un recipiente in cui avremo messo parti uguali di acqua e perossido di idrogeno. Sciacquiamo e, infine, inseriamo le spugne per un un minuto in microonde alla massima potenza. Laveremo i piatti con la garanzia di avere una spugna perfettamente igienica.

Per denti ingialliti

Se vogliamo rimuovere istantaneamente le macchie dai nostri denti, facciamo una pastella di acqua ossigenata e bicarbonato di sodio. Usiamola per lavarci i denti. Facciamo attenzione a non ingerire il prodotto e usiamo questo metodo al massimo una volta al mese per non rovinare lo smalto.

Macchie ostinate su capi bianchi

Creiamo un perfetto pretrattante mescolando detersivo per i piatti, acqua e perossido di idrogeno. Versiamo abbondantemente sulla macchia e lasciamo agire per 20 minuti. Strofiniamo lo sporco, se vediamo che non è venuto via, lasciamo agire il prodotto per altri 20 minuti. Strofiniamo ancora e poi procediamo al normale lavaggio.

Per pennelli da trucco

Spesso la pulizia dei pennelli per il trucco viene trascurata. Farlo ci espone al rischio di allergie e irritazioni, perché l’umidità dei prodotti da trucco fa proliferare germi e batteri, che si depositeranno sul nostro viso. Disinfettiamoli mettendoli in ammollo in acqua ossigenata e sapone di Marsiglia, poi sciacquiamoli sotto l’acqua strofinandoli su un colino a maglie strette. Facciamoli asciugare completamente prima di usarli nuovamente.

Disinfettiamo la borraccia in acciaio

Le borracce sono estremamente comode per chi passa molto tempo fuori casa. Quelle in acciaio sono in assoluto le migliori perché non assorbono gli odori. A lungo andare, però, anche loro hanno bisogno di essere disinfettate. Versiamo il perossido all’interno chiudiamo il beccuccio e facciamo uscire un po’ di liquido in modo che agisca anche lì. Agitiamo la borraccia e attendiamo una decina di minuti, poi sciacquiamo. Avremo la certezza che è perfettamente disinfettata.

Per talloni morbidi come quelli di un bambino

Quando si hanno i talloni screpolati, prima di rimuovere la pelle morta con la pietra pomice, facciamo un pediluvio in acqua calda, perossido di idrogeno e qualche goccia di olio essenziale a scelta. Stiamo con i piedi in ammollo per una mezz’ora e asciughiamoli bene prima di procedere al peelling.

LEGGI ANCHE:  10 modi di usare l’acqua ossigenata che non conoscevi

Frutta e verdura perfettamente igienizzate

I prodotti della terra sono veramente indispensabili per la nostra alimentazione. Devono, però, essere perfettamente puliti. Per renderli tali immergiamoli in una soluzione composta da mezzo bicchiere di perossido di idrogeno e acqua sufficiente per coprirli del tutto. Attendiamo un quarto d’ora prima di sciacquarli, con molta acqua corrente.

Per piani di lavoro molto sporchi e non troppo delicati

Premettendo che il piano di lavoro deve essere pulito spesso e quindi non dovrebbe mai essere molto incrostato, può succedere che, per mancanza di tempo, ci troviamo di fronte un vero disastro. Creiamo una pastella con una tazza di farina, mezza tazza di perossido di idrogeno e quattro cucchiai di acqua fredda. Spalmiamo il composto sul piano di lavoro e lasciamo agire per almeno due ore. Trascorso il tempo, spazzoliamo con forza e rimuoviamo il tutto con un panno umido.

Per macchie di muffa

La muffa è antiestetica e poco salutare. Sbarazziamocene spruzzandoci sopra dell’acqua ossigenata pura, facciamola agire per almeno 40 minuti. Strofiniamo con un panno, aggiungiamo ancora perossido di idrogeno attendiamo altri 15 minuti e poi sciacquiamo con attenzione.

Facciamo tornare brillanti i ripiani di vetro del frigo

I frigoriferi più moderni, hanno quasi tutti i ripiani di vetro, belli e comodi, tendono, però, a sporcarsi ed a opacizzarsi. Spruzziamoci sopra del perossido di idrogeno e lasciamolo agire per una decina di minuti, prima di rimuoverlo con un panno bagnato. Poi asciughiamo con cura.

Per far tornare come nuovo il piano cotture in vetro temperato

Anche i piani cottura in vetro sono belli, comodi e moderni ma altrettanto difficili da pulire, se non vogliamo rovinarli. Facciamo una pastella con acqua ossigenata, bicarbonato e detersivo per i piatti. Passiamola delicatamente sul piano cottura e attendiamo cinque minuti. Quando andremo a rimuoverla il nostro fornello sarà come appena acquistato.

Pavimenti sempre perfetti

Con mezza tazza di perossido di idrogeno, per ogni litro di acqua calda, puliremo e disinfetteremo i nostri pavimenti in pochissimo tempo e senza fatica.

Usi alternativi dell’acqua ossigenata: Telefono, Pc, tastiera

Per tutti gli oggetti che usiamo quotidianamente, impregniamo un panno morbido di acqua ossigenata e usiamolo per disinfettare tutti i nostri oggetti. Dobbiamo accertarci che siano spenti e non bagniamo troppo il panno.

Tazza del bagno perfettamente igienizzata

Ormai è chiaro che il perossido di idrogeno ha un grosso potere disinfettante. Per usarlo sui nostri sanitari mettiamo in uno spruzzino parti uguali di acqua e acqua ossigenata. Bagniamo tutto il wc con la miscela, poi versiamo una tazza di perossido puro dentro alla tazza. Lasciamo agire tutta la notte. Il mattino dopo sciacquiamo con cura.

Disinfettiamo il lavello della cucina

Per avere un lavello sempre privo di germi, facciamo una miscela con due parti di acqua ossigenata e una di acqua. In alternativa possiamo usare una parte di alcool e una di perossido di idrogeno. Spruzziamo la soluzione sul lavello e facciamola agire per almeno 15 minuti prima di sciacquare.

Cestino pulito e mai più puzzolente

Il contenitore delle immondizie è uno dei posti più sporchi della casa. Teniamo a portata di mano uno spruzzino con all’interno due parti d’acqua e una di perossido di idrogeno, spruzziamola dentro al cestino e puliamolo ogni volta che cambiamo il sacchetto.

Il materasso

L’ultimo uso che vogliamo proporre del perossido di idrogeno è sul materasso. Quando si macchia , immergiamo un panno in microfibra in una soluzione fatta con parti uguali di acqua fredda e acqua ossigenata. Aggiungiamo poche gocce di detersivo per i piatti e strofiniamo il panno sulla macchia, poi facciamo asciugare completamente.

Ora abbiamo 19 buoni motivi per fare scorta di acqua ossigenata!

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...