Redazione Contatti Impostazioni Privacy

5 erbe o integratori che possono aiutare nelle infezioni urinarie

Pubblicità

5 erbe o integratori che possono aiutare nelle infezioni urinarie.

Le infezioni del tratto urinario in giro per il mondo sono quelle più frequenti: si stima che ne soffrano circa 150 milioni di persone ogni anni. Il batterio che le causa più di frequente è l’Escherichia coli, anche se in certi casi possono essere coinvolti altri microorganismi.

Pubblicità

Tutti possono sviluppare infezioni batteriche nel tratto urinario, ma le donne hanno trenta volte più possibilità degli uomini, per via della loro anatomia. Si stima che il 40 per cento delle donne ne faccia esperienza almeno una volta nel corso della vita.

Sintomi comuni legati a un’infezione urinaria possono essere: bruciore durante la minzione; bisogno di urinare spesso; urine scure e con tracce di sangue; febbre, affaticamento; dolore pelvico basso-addominale e alla schiena.

Le infezioni del tratto urinario si curano con gli antibiotici, ma va avvertito che le recidive sono molto comuni.

Un uso eccessivo di antibiotici può anche essere dannoso, perché può danneggiare la flora batterica benigna che popola il tratto urinario.

5 erbe o integratori che possono aiutare nelle infezioni urinarie

Uno. Il destro-mannosio

Si tratta di uno zucchero semplice frequentemente impiagato per la prevenzione e il trattamento delle infezioni urinarie. Lo si trova naturalmente in molti cibi, come per esempio nei mirtilli, nelle mele e nelle arance, ma per quel che ci interessa qui è consumato sotto forma di polvere o compresse.

Pubblicità

Non si sa molto di come funzioni, ma molti studiosi ritengono che possa inibire la capacità di certi batteri di aderire alle pareti cellulari del tratto urinario, il che renderebbe più facile eliminarli con l’urina.

Due. L’uva ursina

Per via delle sue proprietà antibatteriche e diuretiche di solito è usata come rimedio contro cistiti, uretriti e infiammazioni e/o infezioni lievi dell’apparato urinario, ma anche belle prostatiti.

Studi recenti in supporto di un uso dell’uva ursina contro le infezioni urinarie sono limitati, ma s’è visto che parecchi dei composti presenti in questa essenza erbacea sono in grado di esplicare capacità antibatteriche negli esperimenti in vitro.

Tre. L’aglio

L’efficacia dell’aglio nelle infezioni urinarie di solito è attribuita all’allicina, che è un composto solforato.

In esperimenti in vitro si è visto che può avere una forte attività antibatterica contro una varietà di batteri, compreso l’Escherichia coli. Occorrono però ulteriori studi per verificarne l’efficacia in vivo.

Quattro. I mirtilli

I mirtilli contengono una varietà ci composti chimici, per esempio il già citato destro-mannosio e le antocianine, che possono avere un ruolo nell’impedire ai batteri di annidarsi nel tratto urinario, così da impedirne la crescita e quindi la capacità di provocare infezione.

Pubblicità

Cinque. Il tè verde

Il tè verde è ricco di polifenoli, i quali sono ben noti per la loro potente azione antimicrobica e antinfiammatoria.

La epigallocatechina, per esempio, uno dei composti presenti nel tè verde, ha dimostrato una notevole efficacia contro l’Escherichia coli in esperimenti condotti in vitro.

Molti studi condotti su animali, poi, hanno mostrato che gli estratti di tè verde contenenti epigallocatechina possono migliorare l’efficacia di certi antibiotici usati di solito per il trattamento delle infezioni urinarie.


Potrebbe interessarti anche...