Ecco i 4 segnali allarmanti che mangiate troppo SALE

Il sale è un ingrediente presente in tutte le nostre case ed è utilizzato per dare più sapore al cibo, anche se molto spesso si esagera nelle quantità.
Infatti l’apporto giornaliero raccomandato di sodio varia tra i 3 ed i 5 grammi ovvero circa 8-11 grammi di sale. Si può evitare di utilizzare il sale, poiché esso è presente già in tutti gli alimenti. In italia, ma soprattutto in Sud Italia, il consumo giornaliero di sale va oltre l’apporto giornaliero raccomandato.
Il consumo eccessivo di sodio, soprattutto se questo è associato ad un basso consumo di potassio, aumenta il rischio di sviluppare ipertensione arteriosa e disturbi cardiovascolari. Questi rischi aumentano ancor di più se il soggetto è predisposto.
Ma quali sono i sintomi che ci segnalano che stiamo consumando troppo sale?
Bisogna prestare molta attenzione ai segnali che il corpo ci invia, in modo da intervenire in tempo ed evitare seri problemi di salute. Ecco quali sono.

SEGNALI CHE CI INDICANO CHE ASSUMIAMO TROPPO SALE
1. Sete eccessiva

active woman #7
Mangiare piatti con troppo sale richiede allo stesso tempo tanta acqua per calmare la sete. Quando consumiamo troppo sodio, il corpo fa di tutto per ristabilire l’equilibrio, in questo caso richiama acqua per diluire l’alta quantità di questo minerale. I reni inviano un impulso al cervello che ci indicano di bere di più. Questo segnale però potrebbe essere dovuto anche ad altre cause, può essere scatenato da fattori ambientali o da altre condizioni come il diabete.

2. Edema

edema_thumbIl consumo di una quantità eccessiva di sale può portare ad avere gambe e piedi gonfi. Quando ne assumiamo troppo, il corpo tende a trattenere i liquidi che si vanno ad accumulare nei tessuti. Il gonfiore che viene a svilupparsi, chiamato edema, può colpire diverse parti del corpo, ma spesso si sviluppa in viso, mani, gambe, caviglie e piedi.

LEGGI ANCHE:  Una porzione di questo ortaggio risolverà tutti i vostri problemi di salute. Ecco cosa fare!

3. Voglia di cibi salati

images (1)La voglia di mangiare sempre cibi salati può essere un altro segnale inviato dal nostro corpo di un eccessivo consumo di sale. Chi è abituato a mangiare sempre salato, non riesce a mangiare altri cibi che hanno una giusta quantità di sale, perché il palato e il cervello li riconosce come insipidi, nonostante non mancano di sale.

4. Pressione alta

ipertensione-2L’aumento della pressione arteriosa è stato riconosciuto come il principale effetto indesiderato associato ad un eccessivo consumo di sodio. A sua volta, l’ipertensione arteriosa è stata direttamente associata allo sviluppo di malattie cardiovascolari e renali, le quali rappresentano le principali cause di morbilità e mortalità nel mondo. Inoltre causa stanchezza, ricorrenti mal di testa e malessere generale.
Oltre a questi effetti a breve termine, l’eccessivo consumo di sale nella dieta può causare a lungo andare, osteoporosi, sviluppo di calcoli renali e patologie renali e malattie cardiache.

CONSIGLI UTILI
Bisogna non solo ridurre il quantitativo di sale che aggiungiamo nella preparazione dei nostri cibi, ma bisogna fare attenzione anche agli alimenti confezionati. Molti prodotti di bassa qualità contengono un’alta quantità di sale per dare più sapore all’alimento. Leggete sempre le etichette dei prodotti che acquistate.
Inoltre se non riuscite a fare a meno del consumo di sale potrete sostituirlo con le spezie, erbe e aromi, o potete preferire altri tipi di sale, come il sale rosa himalayano che è costituito da un minor contenuto di sodio ed un maggior contenuto di minerali importanti per l’organismo.

Biologa Nutrizionista: Maria Leonardi

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...