Redazione Contatti Impostazioni Privacy

6 Insoliti trucchetti con l’acqua del condizionatore!

Pubblicità

6 Insoliti trucchetti con l’acqua del condizionatore, evitando così che vada sprecata.

Il caldo ormai è arrivato da un pezzo e chi possiede un condizionatore, o anche più di uno, lo ha già acceso.

Pubblicità

Invece di far colare fuori l’acqua che viene espulsa o di raccoglierla e poi buttarla, sappiate che può benissimo essere riutilizzata ed in questo articolo vi spieghiamo come.

6 insoliti trucchetti con l’acqua del condizionatore

Per prima cosa sappiate che l’acqua espulsa non si può bere, sebbene possa essere assimilata all’acqua demineralizzata. Ricordate sempre che non è microbiologicamente pura (basti sapere che a contatto con l’aria il ph si abbassa molto).

Altro non è che condensa, generata dall’aria che il condizionatore raffredda. Non si può bere (e nemmeno usare per i nostri pesci, dato che passa dai tubi e ne raccoglie impurità) ma si può riciclare. Sempre che la macchina non abbia problemi di funzionamento oppure abbia in circolo detergenti chimici magari utilizzati per la canonica manutenzione.

6 modi per riciclare l’acqua di condensa

1. Se avete raccolto l’acqua di condensa in un contenitore, utilizzatela per annaffiare. Il fatto di essere priva di calcare gioverà alle piante. Sarà perfetta soprattutto per alcuni tipi di esse, per esempio per le azalee e le ortensie. Gardenie e camelie. Sicuramente è ottima per le piante grasse. Tuttavia versatela sulla terra e non direttamente sulle piante.

2. Riciclatela nel ferro da stiro. Non contenendo calcare non contribuirà ad ostruire i fori da cui esce il vapore e la caldaia. Di conseguenza si dovrà fare meno manutenzione.

Pubblicità

3. Usatela per lavare i capelli. La durezza dell’acqua può influire sul risultato del lavaggio, incidendo sulla lucentezza e sulla salute del capello. L’acqua del condizionatore, priva di calcare, garantirà un risultato nettamente migliore.

4. Perfetta per il bucato a mano e per le pulizie in generale. Basterà utilizzarla con un detergente neutro. Se ci lasciate dentro delle scaglie di sapone per bucato e aspettate un paio di giorni, diventerà un detersivo liquido.

5. Per la macchina. Potete pulirla senza il rischio che si creino aloni oppure riempirci il radiatore e la vaschetta per i tergicristalli.

6. Sappiate che l’acqua di condensa si può mantenere per un certo periodo di tempo. Conservate quella dell’ultimo mese di caldo per riempire i deumidificatori del termosifone.

 


Potrebbe interessarti anche...