6 modi facili per assottigliare il girovita secondo la scienza

6 modi per assottigliare il girovita

6 modi facili per assottigliare il girovita secondo la scienza.

Parafrasando Lucio Dalla, l’estate si avvicina e ancora qualcosa qui non va. Più precisamente quelle dannate maniglie dell’amore che non vogliono saperne di sparire.

Il grasso addominale in effetti è un bel problema da affrontare, per chiunque si imbarchi in una dieta dimagrante. Ma niente paura, con un po’ di pazienza e un po’ di impegno raggiungere una pancia piatta, o per lo meno più sottile, non è un’impresa impossibile. Lo dice la scienza.

Ci sono almeno sei modi, se non facili almeno semplici, coi quali, prove scientifiche alla mano, è possibile lavorare ai fianchi la ciccia addominale.

6 modi facili per assottigliare il girovita secondo la scienza

Intanto va avvertito che il grasso addominale non è da prendere affatto sottogamba: ci sono studi che lo collegano a una più elevata possibilità di sviluppare il diabete di tipo 2.

Ma veniamo ai modi coi quali si può affrontare efficacemente il problema.

Uno. Evitare lo zucchero e le bevande zuccherate

I cibi e le bevande addizionati di zucchero fanno male, su questo ormai c’è ampia letteratura, soprattutto con riguardo agli effetti sul metabolismo.

Numerosi studi indicano che un eccesso di zuccheri, soprattutto fruttosio, può portare a un aumento del grasso sia a livello dell’addome che del fegato. Il problema è particolarmente acuto negli Stati Uniti, dove il fruttosio viene aggiunto praticamente a tutti i cibi industriali.

Quando si assume troppo zucchero, il fegato si sovraccarica e trasforma gli zuccheri in grassi.

Due. Assumere più proteine

Le proteine potrebbero essere il macro-nutriente più importante in vista della perdita di peso. Ci sono studi secondo i quali possono ridurre il senso di fame del 60 per cento e accelerare il metabolismo in ragione di 80/100 calorie al giorno.

LEGGI ANCHE:  10 usi alternativi delle alghe che puoi fare e che sicuramente non sai!

Se il tuo obiettivo è perdere peso, consumare più proteine potrebbe essere la soluzione che cercavi.

Tre. Assumere meno carboidrati

Il meccanismo è semplice: assumere meno carboidrati fa calare l’appetito e quindi determina una perdita di peso. Ci sono studi secondo i quali una dieta low carb può essere più efficace di una con pochi grassi.

Quattro. Aumentare il consumo di fibra

La fibra alimentare è fatta per lo più di materia vegetale indigeribile. Se se ne mangia in quantità, ciò si traduce necessariamente in una perdita di peso. Il tipo di fibra però è importante. Sembra che si debbano preferire quelle solubili e viscose, che si legano all’acqua e formano con essa una specie di “gel” che si deposita nell’intestino.

Cinque. Fare esercizio fisico regolare

Qui la logica è ovvia: se non si bruciano calorie, queste si accumulano come grasso. Un’avvertenza: fare esercizio solo sugli addominali non risolve il problema. Meglio una camminata spedita di mezzora tutti i giorni.

Sei. Controlla la quantità e la qualità del cibo che ingerisci

Fa’ attenzione a quello che mangi e segnati le tue pietanze quotidiane, perché un conto è essere convinti di seguire una certa dieta, un altro è seguirla effettivamente.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...