7 regole per una digestione perfetta, in menopausa ma non solo!

7 regole per una digestione 3

Avete problemi di digestione? Vi basterà seguire queste 7 regole d’oro per liberarvene e mantenere in ottima salute l’intestino e non solo!

L’apparato digerente, infatti, influenza moltissimo lo stato fisico in generale! Se si mangia male, trascurando un’adeguata assunzione di frutta e verdura, masticando velocemente, a risentirne è l’intero organismo. Ecco sopraggiungere allora mal di testa, dolori al ventre, debolezza muscolare e spossatezza. Questi sintomi appaiono fortemente invalidanti soprattutto in menopausa, quando, sopraggiungono disequilibri ormonali che influenzano e rallentano le reazioni metaboliche. Come fare per evitare tutti questi fastidi? 

Attenendosi rigorosamente a questi 7 consigli stilati in un libro dal titolo esaustivo: “La pancia lo sa” e redatto dal Professor Silvio Danese, Responsabile del Centro per le malattie croniche intestinali dell’Istituto Humanitas di Milano.

Curiose? Iniziamo!

7 regole per una digestione 2

7 regole per una digestione perfetta

Chiariamo, innanzitutto, che la funzione primaria dell’intestino è quella di assimilare i nutrienti, espellendo le scorie nocive per il nostro organismo. Rappresenta, in maniera assai semplificata, il filtro di ciò che ingeriamo.

Le fibre neuronali e le cellule da cui è formato costituiscono il nostro “secondo cervello”, poiché è dotato di un sistema nervoso autonomo in grado di riconoscere ciò che è necessario al nostro benessere, separandolo da ciò che è dannoso o inutile. Inoltre, il suo buon funzionamento influenza anche lo stato psichico. Alcune ricerche hanno scientificamente dimostrato uno stretto nesso intercorrente tra la salute dell’apparato digerente e patologie legate all’umore, quali, ad esempio, ansia e depressione.

Imparate ad alimentarvi in maniera sana e rispettate queste 7 regole d’oro per il vostro benessere:

  1. bevete quotidianamente la giusta quantità di acqua;
  2. scegliete con cura la qualità del cibo che ingerite;
  3. masticate a lungo prima di deglutire: una buona digestione inizia in bocca, grazie proprio agli enzimi salivari che attivano la peristalsi dell’intero apparato e attivano la secrezione dei succhi gastrici;
  4. non parlate con il boccone ancora in bocca, l’aria che entra attraverso il cavo orale penetra poi nel ventre;
  5. non sdraiatevi immediatamente dopo i pasti, ma attendete almeno due ore prima di coricarvi;
  6. evitate portate abbondanti, particolarmente nei periodi di maggior stress;
  7. se la vostra pancia rumoreggia spesso, recatevi da uno specialista, solo il gastroenterologo potrà aiutarvi a comprendere quali problemi si nascondano dietro ad un “borbottio” frequente, che va monitorato e studiato.
LEGGI ANCHE:  Perché è meglio tenere i calzini quando si va a letto, anche d’estate

7 regole per una digestione 3

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...