7 segnali d’allarme della vostra schiena che non dovreste mai ignorare

Quando si lavora seduti ad una scrivania è difficile rendersi conto degli effetti che tale posizione ha sul nostro corpo. Lo stare seduti dà infatti un’impressione di rilassatezza, fin quando inizieremo a notare le prime conseguenze.

eletrolitos_-_calcio_magnesio_sodio

Il vero problema è che, nonostante la comparsa dei sintomi dell’ernia del disco, continuano a non associarli al fatto di stare seduti per ore e ore alla scrivania.

Interpretare i sintomi dell’ernia del disco è essenziale per prevenire il suo aggravarsi e giungere infine ad una operazione chirurgica.

Cos’è l’ernia del disco?

L’ernia del disco si verifica quando il tessuto che separa le vertebre fuoriesce dalla sua normale posizione. Ciò causa forti dolori e disagio nel muoversi. Può accadere in qualunque area della colonna vertebrale.

Se soffriamo di un inizio di ernia al disco, a essere coinvolta è l’intera zona inferiore della schiena. Nel caso in cui i dolori sono così forti da impedire i normali movimenti, si consiglia di consultare subito un medico.

Un altro sintomo dell’ernia del disco è un formicolio o la sensazione di essere punti da aghi nella parte inferiore della schiena.

L’ernia nella zona del collo può invece causare debolezza nelle braccia. Ad esempio, potremmo avere più difficoltà ad aprire un barattolo o ad eseguire compiti comuni che un tempo non causavano alcun tipo di problema.

Il sintomo più evidente dell’ernia del disco in questa zona è, senza sorprese, il dolore al collo. La colonna è compressa e dunque i nervi sentono una maggiore pressione; ciò porta a dolore e difficoltà di movimento.

Non è detto che il dolore al collo sia automaticamente dovuto ad un’ernia. Quest’ultima provoca dolori acuti che rendono impossibile perfino girare il collo, tuttavia si tratta di una condizione che si presenta regolarmente. Se il dolore è solo occasionale, non c’è motivo di preoccuparsi.

LEGGI ANCHE:  Gengivite o periodontite? Scopri le sette differenze tra le due condizioni

In questi casi si consiglia di riposarsi, di non compiere movimenti impegnativi e di rivolgersi, appena possibile, ad un medico per ricevere un trattamento farmacologico oppure per valutare la necessità di una visita specialistica.

I sintomi meno noti dell’ernia del disco riguardano la zona genitale, dell’interno-coscia e quella delle natiche, ossia la classica zona da “sella”, quelle parti del corpo che ne risentono del sedersi in sella. In questa zona, in caso di ernia, è possibile sentire intorpidimento, dolore e nei casi più gravi perfino incontinenza, a causa dell’anomalo stato dei nervi.

Cosa fare in caso di ernia del disco?

I trattamenti per curare l’ernia del disco sono molteplici. Si va dal semplice controllo dei propri movimenti fino ad arrivare, nei casi non altrimenti curabili, all’operazione chirurgica.

Se abbiamo questi sintomi in una forma più lieve, facciamo attenzione alla postura e agli sforzi. Evitiamo di compiere gesti che richiedono troppa energia, sediamoci correttamente, non sottoponiamoci a compiti fisicamente impegnativi.

Se l’ernia è ai primi stadi può essere trattata in questo modo, ma se lasciamo che peggiori saremo costretti ad un trattamento farmacologico prescritto da un medico o, infine, all’intervento chirurgico.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...