Le piante migliori per trasformare il balcone in un’oasi di salute e benessere

Le piante migliori per trasformare il balcone in un’oasi di salute e benessere

La salute, passa dallo spirito. Per quanto possiamo curare l’alimentazione e l’attività fisica, se non siamo in grado di controllare i livelli di stress, non stremo mai bene. Con la vita frenetica che ci viene imposta non è cosa semplice, trovare anche il tempo di fare percorsi di benessere psicologico. Ci sono però delle piccole cose che possiamo mettere in atto per poter affrontare meglio la vita di tutti i giorni. Una di queste è creare un angolo verde in casa nostra. All’interno o sul balcone di casa ci sarà d’aiuto.

Le piante migliori per trasformare il balcone in un’oasi di salute e benessere

Su cosa si basano i benefici del giardino del benessere

La creazione di un giardino di riabilitazione psicologica, nasce proprio per rendere più semplice la degenza in certi centri di cura. Il semplice essere immersi in uno spazio fiorito, ci permette di entrare in uno stato di relax psicofisico, attraverso la sola visione di piante e fiori debitamente organizzate. Anche le profumazioni di alcune piante sono in grado di donare una sensazione di tranquillità. A tutto questo si aggiunge la cura stessa del giardino fiorito, i movimenti lenti e ripetitivi, oltre all’idea di creare qualcosa di nostro, ci regala calma e soddisfazione emotiva.

Quali piante scegliere per creare un giardino del benessere

A livello teorico, tutte le piante potrebbero essere adeguate allo scopo ma se andassimo a scegliere delle varietà molto difficili da coltivare, soprattutto se non siamo giardinieri provetti, andremo a creare altro stress per curarle. Inoltre non tutte le profumazioni sono rilassanti, anzi, alcune hanno potere energizzante, se le scegliessimo otterremo l’effetto contrario. Andiamo a vedere 7 varietà di piante che possono essere utili allo scopo di regalarci un’oasi di pace.

La lavanda

I bellissimi fiori viola e il profumo di questa pianta hanno proprietà calmanti, agiscono contro la cefalea e tengono lontani gli insetti. Collochiamo il vaso in un punto di passaggio, ogni volta che i fiori si muoveranno per lo spostamento d’aria, rilasceranno il loro profumo terapeutico.

Arancio dolce e limone

Questi agrumi agiscono positivamente sul tono dell’umore e sulla concentrazione. Se debitamente curate danno anche frutti che aumenteranno la soddisfazione di averle coltivate. Ricordiamoci che possono crescere molto quindi preventiviamo uno spazio adeguato per posizionare il vaso.

Il caprifoglio

La sua bellezza lo ha reso uno dei principali soggetti di molti quadri artistici. Il profumo delicato che si sprigiona alla sera è talmente rilassante che in tempi antichi veniva sfruttato per indurre le fanciulle a riposare facendo dolci sogni d’amore. Collochiamolo nei pressi delle camere da letto.

Il gelsomino

Pianta notissima ormai a tutti, per i suoi fiori bianche, la poca necessità di cure e il profumo inebriante. Non tutti sanno che, a tale profumo vengono conferite proprietà afrodisiache.

Elicriso

Pianta poco conosciuta di forma cespugliosa emana un profumo simile alla liquirizia, i suoi fiori giallo vivo, regalano agli occhi un meraviglioso impulso energizzante. Poiché ha caratteristiche cespugliose, preventiviamo la possibilità di doverla potare.

La bella di notte

Il nome di questa pianta deriva dal fatto che la sua fioritura avviene, appunto nelle ore notturne. Durante le notti insonni, potersi godere i suoi colori ci calmerà all’istante.

Buddleja

Questa pianta fiorisce con una sorta di spiga carica di fiori lilla, il suo profumo che ricorda il miele attira le farfalle, a tal punto che viene speso chiamata “l’arbusto su cui danzano le farfalle”. Coltivarla nel nostro giardino ci darà la doppia gioia dei fiori e di mille farfalle, che volano intorno ad essi.

Ginestra odorosa

Pianta che cresce nei terreni difficili, ha un profumo dolce e intenso e una crescita davvero importante. Non necessita di molta cure è quindi l’ideale per i principianti.

Scegliamo la nostra pianta preferita o combiniamole insieme, la nostra salute emotiva trarrà enormi vantaggi.

 

Classe 1966, vanta una storica esperienza nella realizzazione di video tutorial e guide legate al mondo del fai da te e del riciclo creativo. Nel 2018 ha deciso di fondare il proprio portale di informazione relativo ai temi a lei tanto cari, col fine nobile di limitare gli sprechi e foraggiare il riuso creativo.

benesserefai da tegiardinaggioLe piante miglioripiante da balconepiante officinalipiante relaxsalute