ASSURDO! Ecco cosa c’è nel pane che mangiamo ogni giorno!

Ogni anno in Italia spendiamo quasi 8 miliardi di euro per comprare il pane e altri prodotti di panetteria. Ma siamo sicuri di sapere cosa contengono? Sono stati analizzati diversi campioni e sono stati ritrovati all’interno del pane e prodotti di panetteria particelle di ferro.

Risultati immagini per pane

Stefano Montanari e sua moglie nel loro laboratorio in provincia di Modena da anni ricercano nanoparticelle di metalli pesanti nei cibi che mangiamo.

 

Quello che ha scoperto analizzando 135 tipi di farina è davvero allarmante. Nel 40% dei prodotti analizzati sono state riscontrate micro e nanoparticelle di sostanze dannose. Questi metalli pesanti si ritrovano nelle farine perchè il grano viene conservato all’interno dei silo per circa 5 anni prima di essere macinato. I silo hanno delle pareti particolari che rilasciano queste sostanze all’interno del grano; queste particelle dannose provengono anche dalla macinazione stessa perchè le macine si consumano e i frammenti finiscono all’interno del grano.

cosa c'è nel pane che mangiamo

Posted by Elisabetta Pezzati on Friday, August 31, 2018

Queste sostanze una volta ingerite sono molto dannose per la nostra salute. A lungo andare queste sostanze si accumulano nel nostro corpo dando origine ad infiammazioni e malattie croniche e cancro.

La legge non prende in considerazione la presenza di queste particelle all’interno delle farine, quindi non vengono controllate.

La maggior parte del grano proviene dall’estero come la Francia e la Romania, l’Italia produce solo la metà del grano che consumiamo. Naturalmente il grano che proviene dall’estero è un lavorato di acqua, farina e lievito che viene congelato e scongelato e fatto fermentare una volta che arriva in Italia, ottenendo così il pane.

LEGGI ANCHE:  20 idee di artigianato facile per il vostro Natale - Decorazioni natalizie

In molti dei nostri supermercati si è convinti di acquistare pane appena sfornato, ma invece è pane scongelato e cotto lì al momento al forno, che proviene da chi sa dove.

Inoltre il pane congelato che proviene dall’estero può rimanere congelato per 2 anni. Quindi è possibile che il pane che stiamo per acquistare è stato preparato 2 anni prima.

Naturalmente le norme igieniche e sanitarie nei paesi in cui viene prodotto il pane non vengono rispettate e questo risulta essere preoccupante, senza parlare poi degli ingredienti che vengono aggiunti all’interno per far mantenere il pane 2 anni.

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...