Avete sempre usato la carta igienica in modo sbagliato. Ecco i comportamenti che mettono a rischio la vostra salute

Dopo la pipì, l’uso della carta igienica è sufficiente per pulire la zona intima femminile. Tuttavia, alcune scelte sbagliate del prodotto o delle pratiche sbagliate possono mettere a rischio la propria salute. Bisogna prestare attenzione, e assicurarsi di adottare delle misure in grado di prevenire gli infortuni, contusioni e prevenire la proliferazione di batteri.uso-papel-higienico

Al momento dell’acquisto

Bisogna preferire le opzioni di carta igienica bianca e inodore. a quella colorata o igienica profumata che viene trattata chimicamente e, quindi, potrebbe causare irritazione e allergie in persone sensibili, oltre a prurito, crepe esterne, bruciore e dolore. Le versioni molto ruvide possono anche far male, permettendo l’ingresso di microrganismi opportunisti che possono mettere a rischio la propria salute.

Dopo la minzione, la donna può utilizzare la carta igienica per la pulizia. Questa deve essere passata dalla vagina verso l’ano, sempre in questa direzione, in questo modo non c’è contaminazione con batteri dall’intestino. Utilizzando la carta igienica sempre da davanti a dietro, si impedisce che i germi presenti nelle feci entrano in contatto con l’uretra e possano causare un’infezione delle vie urinarie.

Durante la pulizia dell’ano, l’ideale è che la pulizia venga effettuata con acqua. Se questo non è possibile, si possono utilizzare delle salviette imbevute o la carta igienica è liscia, pulendo sempre da davanti a dietro, prestando attenzione a non portare i germi nella zona anale alla vagina.

Molte donne ricorrono alla carta igienica nei bagni pubblici, al fine di proteggersi dalla contaminazione. Secondo il microbiologo Jason Tetro, autore di “Il Codice germinali”, non v’è alcun rischio di un’infezione. La ragione di questo non è l’assenza di batteri nel gabinetto, dove la loro presenza è molto alta, ma l’assenza di un’entrata diretta nel corpo. Per questo motivo, è sempre bene evitare abrasioni o ferite aperte causati dall’uso improprio della carta.

LEGGI ANCHE:  Alzheimer: Ecco le app che aiutano ad assistere i pazienti nelle loro case

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...