Basilico, non innaffiarlo così lo fai marcire | ti svelo il trucco di giardinieri e vivaisti!

ecco come coltivare il basilico basilico secco

Basilico, non innaffiarlo così lo fai marcire: scopri il trucco dei giardinieri!

Nella bella stagione è facile camminare per strada tra le case e vedere su davanzali e balconi le piantine di basilico e altre piante aromatiche. Infatti non solo sono utili per la cucina sana e fresca, ma adornano e regalano un gradevole profumo. Negli ultimi tempi sono in tanti a preferire la fogliolina fresca di basilico a portata di mano, piuttosto che quello surgelato o preso nei supermercati.

ecco come coltivare il basilico basilico secco

Basilico, non innaffiarlo così lo fai marcire: scopri il trucco dei giardinieri!

Ma quali attenzioni si deve riservare al basilico per averlo sempre al meglio e non farlo ingiallire o marcire? Spesso il basilico che ingiallisce è causa dell’ innaffiatura. E’ necessario informarsi e sapere qual’è il modo migliore per coltivare questo tipo di piante.

Fondamentale per la crescita del basilico è la posizione dove viene collocato. Ottimale è in penombra, ma arieggiato. Inoltre necessita di molta acqua e patisce l’arsura in modo terribile. Per sapere se la terra è secca, potete toccarla e verificare. Sappiate però che in estate è necessario bagnarlo ogni giorno.

Attenzione però a non esagerare perchè può avere l’effetto opposto, ovvero far ingiallire le foglie o addirittura provocare la morte della pianta. Se per qualche motivo come la pioggia riceve però troppa acqua, è necessario spostarlo e metterlo dove c’è molto riciclo di aria per permettergli di asciugare. Eventualmente se ci sono tante foglie, sfoltitelo un pochino.

Se per caso il basilico si trova in dimora all’aperto, per evitare che la pioggia lo faccia marcire, potete pensare di mettere alla sua base della paglia, che protegge le radici e impedisce che marciscano.

LEGGI ANCHE:  Il basilico è nocivo: la notizia che rimbalza sul web è vera?

Avere sempre il basilico fresco a disposizione per poterlo usare in cucina, magari nella passata di pomodoro e dare così un gusto speciale alla pasta è qualcosa di unico. La stessa cosa vale per tutte le altre piante aromatiche, ognuna di loro necessita di una cura speciale.

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...