Batteri in cucina: dove si nascondono e come fare per eliminarli!

I batteri in cucina trovano terreno fertile per potersi nascondere ed espandere sempre di più: vediamo insieme come poterli eliminare e avere la nostra casa sempre al sicuro!

I batteri e i germi sono tra le prime cause di patologie e malattie, infatti sono molto pericolosi per la nostra salute ed è fondamentale pulire sempre le superfici della casa nel modo corretto e senza trascurare neanche un punto.
Sopratutto in cucina, è importante avere sotto controlli i cibi che andiamo a consumare . Alimenti come il latte contaminato, la carne cruda o le uove possono provocare le antropozoonosi se consumati nel modo scorretto o dopo la loro scadenza.

I batteri però non solo si trovano nei cibi, ma anche nelle numerose superifici della cucina! Il lavandino pieno di piatti da lavare, il fornello sporco di sugo ed olio o il tagliere sporco di residui sono tutti luogo dove i germi si nascondono.
Come possiamo tenere la cucina al sicuro? Con la pulizia, costante e profonda! Ecco come pulire tutti gli elettrodomestici e i ripiani della cucina, per eliminare tutti i batteri presenti.

Batteri in cucina: ecco come eliminarli in modo sicuro!

1.Pavimento

Molto spesso l’importanza del pavimento viene sottovalutata. Infatti, in cucina si da precedenza ai piani di lavoro e alle superfici, ma anche il pavimento nasconde tantissimi batteri.
Fondamentale passare l’aspirapolvere e il mocio, utilizzando dell’acqua con un goccio di sapone neutro o aceto, prodotti non pericolosi per la salute.

2.Lavandino

Se i piatti lasciati in ammollo nel lavandino sono numerosi, è fondamentale utilizzare la lavastoviglie poiché, con l’alta temperatura, elimina qualsiasi batterio e germe.
Se si opta per il lavaggio a mano, magari perchè i piatti sono pochissimi, è bene lavare accuratamente la spugna dopo ogni uso e sostituirla una volta alla settimana.

3. Forno

Che sia il forno classico o il microonde, entrambi devono essere puliti con molta attenzione.
Per il primo, vi basterà una miscela di acqua e bicarbonato o aceto, da strofinare su tutte le pareti almeno una volta ogni due settimane.
Per quanto riguarda il secondo, estraete il piano di vetro e pulitelo con acqua e sapone. Mentre le pareti, potete benissimo usare la stessa miscela del forno.

4. Frigorifero

Il frigorifero è sicuramente l’elettrodomestico al quale bisogna dare davvero tanta importanza, poiché conserva i cibi che consumiamo.
La temperatura del frigo deve trovarsi sempre tra i 4° e 8° per una corretta conservazione dei cibi. Ma non solo, quest’ultimi devono essere posizionati nei giusti ripiani, perchè la temperatura arriva in modo diverso su ogni livello.
Ad esempio in quello più alto la temperatura sarà più calda, mentre in quello basso sarà più fredda. Per questo motivo, la frutta e la verdura deve essere conservata nei cassetti appositi, mentre la carne cruda, il pesce in quello sopra ad essi.
I cibi già cotti e i sughi si possono posizionare al centro del frigo e nel livello superiore si possono conservare gli affettati, le uova e i formaggi.
Per quanto riguarda le bevande, vengono posizionate nello scompartimento apposito.

LEGGI ANCHE:  Burro di Karité: ecco come usarlo per la vostra bellezza quotidiana

Per eliminare i cattivi odori del frigo, posizionate nel ripiano inferiore un bicchiere di aceto di mele, li assorbirà tutti! E ricordate di fare una bella pulizia completa una volta al mese.

5. Fornello

Dopo aver cucinato, è importante pulire i fornelli da qualsiasi residuo di cibo, che sia sugo, caffè o acqua di cottura.
Una volta al mese invece, devono essere puliti con uno spazzolino vecchio gli sparti-fiamma, per mantenerli liberi e ostruiti.

6. Superifici

Una volta alla settimana è fondamentale rimuovere dal ripiano della cucina qualsiasi oggetto e pulirla a fondo, utilizzando un disinfettatnte o dell’acqua con aceto.
Negli angoli più difficili, utilizzate un vecchio spazzolino imbevuto di miscela.

Per quanto riguarda i piani di lavoro come i taglieri, evitate di usare quelli in legno per i prodotti crudi, poiché si contaminano di batteri.
Lavatele sempre con acqua e sapone prima e dopo averle fatte entrare in contatto con del cibo.

7. Freezer

La temperatura del freezer non deve mai e poi mai superare i -18° e ogni 6 mesi è bene svuotarlo per eliminare tutta la brina che contiene e pulirlo con un po’ ai acqua e bicarbonato o aceto.
Per la giusta consumazione dei cibi, una volta tolti dal congelatore vanno subito inseriti nel forno e mai lasciati a temperatura ambiente per ore.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...