Bitter Sweet anticipazioni, puntata 11 settembre 2019: la trappola di Nazli per Hakan

Nazli

Nazli dovrà chiedere il divorzio al marito, proprio quando tutto stava andando bene. Durante la puntata dell’11 settembre ci renderemo conto che Ferit ha sentito che c’è lo zampino del suo peggiore nemico dietro alla proposta della moglie. Così mentre lui cercherà il motivo dello strano cambiamento emotivo della donna, lei organizzerà una trappola per l’Onder.

Nazli riuscirà a mettere con le spalle al muro l’Onder?

Nazli durante la puntata di Bitter Sweet trasmessa mercoledì 11 settembre 2019, dovrà compiere davvero un passo difficile e, per salvare la sorella da 15 anni di prigione, lasciare il suo amore.

La giovane cuoca felice per il ritrovato amore verso il marito è da lui ricambiata e Ferit indagherà sul motivo per cui la donna lo vuole abbandonare. La Piran chiederà aiuto a Fatos e vorrà scoprire la verità su quanto ha commesso la sorella, prima di tentare il suicidio.

Ciò che pretende l’Hakan è separare il suo peggiore nemico dalla donna diventata per lui un’ossessione, inoltre Bulut dovrà tornare tra le sue braccia e anche le azioni dell’azienda. Nazli però ha in mente un piano per capovolgere la situazione, che farà?

La chef alla ricerca della verità!

Non sarà quindi solo Ferit a investigare ma anche Nazli e Fatos. Le due donne vogliono conoscere meglio colui che Asuman avrebbe ucciso. Insieme alla sua amica, la giovane cuoca entrerà senza alcuna paura nella casa di Muzzafer.

Costui in realtà, come già sappiamo non era una brava persona e Asuman l’aveva assunta a lavorare, per poi molestarla. La Piran cercherà ogni possibile appiglio per difendere la sorella e che troverà?

LEGGI ANCHE:  Can Yaman, doccia fredda per le fan italiane: niente "Isola dei Famosi"!

Nazli non intende perdere nè la sorella nè l’amore, anche se l’arrivo di Leman ha complicato non poco la situazione, riuscirà nel suo intento e tornerà tra le braccia di Ferit?

L’Onder sarà pronto anche a uccidere Nazli, ne riparleremo presto!

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...