Brutti ma buoni: 3 ingredienti, 15 minuti per dei biscotti favolosi!

I brutti ma buoni sono biscotti a base di nocciole e meringa, che devono il nome all’aspetto non proprio gradevole. La loro nascita risale al 1878 ed è ricollegata alla creatività di un pasticcere della cittadina di Gavirate. Si narra che la regina Elena di Savoia, recandosi da Milano in visita alla sua dama di corte in Ternate, facesse tappa a Gavirate appositamente per acquistarli. Anche Giosuè Carducci e Giuseppe Verdi furono profondamente attratti dalla loro bontà.

Con questa ricetta, facilissima e velocissima, otterrete gli stessi deliziosi dolcetti che trovate nelle migliori pasticcerie. Vi serviranno solo tre ingredienti e un’accortezza: scegliete una granella di nocciole non troppo fine ma piuttosto grossolana. Questo vi garantirà un cuore morbidissimo, rivestito da croccantezza: il vostro palato godrà dell’estasi di assaporare di nocciole avvolte in golosa meringa. Curiose? Iniziamo!

Brutti ma buoni

Brutti ma buoni: ingredienti e preparazione.

Per questa ricetta, vi serviranno:

  • zucchero, 150 g
  • albumi, 2
  • granella di nocciole, 150 g
  • sale, un pizzico.

Versate gli albumi in una ciotola, aggiungete il pizzico di sale e, con lo sbattitore, montateli a neve fermissima. Con le fruste sempre azionate alla massima velocità, incorporate lo zucchero un po’ alla volta. Unite la granella di nocciole poco a poco, continuando a lavorare il composto. Versatelo poi in una pentola e fatelo cuocere a fuoco basso per un quarto d’ora circa, mescolandolo spesso: arriverà a giusta cottura quando diventerà scuro e si staccherà dal fondo della pentola.

Rivestite con la carta forno una placca e con un cucchiaino formate dei mucchietti con l’impasto, senza conferire una forma precisa.

Cuocete i biscotti brutti ma buoni in forno già caldo a 150°C per circa 20 minuti. A fine cottura dovranno risultare gonfi e con qualche crepa in superficie

LEGGI ANCHE:  I broccoli: le loro proprietà nutrizionali e come si cuociono

Lasciateli raffreddare e serviteli, andranno a ruba. Se volete regalarli, riponeteli in un contenitore con chiusura ermetica, così non perderanno croccantezza. Sarete acclamate eccellenti pasticcere!

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...