Redazione Contatti Impostazioni Privacy

Can Yaman presto in Italia: ecco la sua intervista dove parla perfettamente l’italiano . Video

Pubblicità

Can Yaman presto in Italia.

Le tante fan nostrane della star turca Can Yaman forse in futuro potranno ammirare il loro aitante e fascinoso idolo in una soap tutta italiana.

Intervistato da Paolo Di Lorenzo per Tv Serial al Mipcom di Cannes, lo scorso ottobre, l’attore protagonista di “Dolunay” (in Italia “Bitter Sweet – Ingredienti d’amore”) non si è buttato via in proposito, anche se ha avvertito che «al momento di offerte in questo senso non ce ne sono, ma se dovessero arrivare, perché no?».

L’intervistatore aveva esordito chiedendo quando è stato che il bel Can (il nome si pronuncia “Cian”) si è reso conto che Dolunay avrebbe avuto un così grande successo internazionale.

«Mah, quando giravamo non ce ne rendevamo conto – risponde l’attore in italiano – anche perché la soap era stata pensata espressamente per il mercato turco, senza avere in mente una possibile proiezione internazionale. Diciamo che il successo che abbiamo ottenuto fuori dalla Turchia è stata una bella sorpresa. Ne sono molto fiero».

Pubblicità

Can Yaman e il rapporto con l’Italia

«Quando sono stato a Roma ho avuto orde di fan sotto all’albergo dalle sette del mattino fino a mezzanotte. Ho fatto un selfie con tutte quante. Francamente non mi aspettavo un assalto simile…».

L’Italia e l’italiano?

«In Turchia ho frequentato il liceo italiano e per cinque anni la mia vita è stata tutta in italiano, dato che tutte le materie erano impartite nella vostra lingua. Poi con l’università e con il lavoro d’attore ho un po’ perso dimestichezza, ma mi accorgo che più parlo la vostra lingua (buona pronuncia, qualche incertezza sintattico-grammaticale, ndr) e più mi ritorna tutto alla mente…».

Pubblicità

Can Yaman: programmi futuri?

«Intanto a gennaio dovrò fermarmi per il militare (obbligatorio in Turchia, ndr), ma sarà una pausa breve, di solo 21 giorni. Peccato per i miei capelli, però: per mettere la divisa me li dovrò radere a zero…».

Nuovi progetti professionali alle viste?

«Al momento (stiamo parlando di ottobre scorso), niente. Ma sono aperto a qualunque possibilità…».

Ecco l’’intervista che abbiamo qui riassunto

 


Potrebbe interessarti anche...