Can Yaman sospende la sua carriera per il servizio militare di leva. Ecco tutti i dettagli.

La patria (la Turchia) chiama, e anche un acclamatissimo attore come Can Yaman deve rispondere. Il protagonista maschile dell’ amatissimo tv Bitter Sweet è costretto a sospendere la sua carriera per svolgere il servizio militare, obbligatorio ad Ankara.

Quindi addio per un certo periodo al bellissimo ma temibile uomo d’affari Ferit Aslan, con dolore di molti (e soprattutto molte!) fans italiani. La notizia rimbalza in Italia dal portale spagnolo “Divinity”.

Si tratterà al massimo di sei mesi, perché Yaman ha potuto pagare per ridurre il periodo di formazione militare, ma sempre di “naia” si tratta. Secondo la legge turca il servizio si può ulteriormente ridurre ad un mese dietro pagamento di 31 mila lire locali, pari a 4.600 euro. Tanto avrebbe pagato “Ferit Aslan” per tornare sul set dalla sua “Nazli”.

Per ora non c’è conferma del triste rumor che ha mandato i tilt i fan dell’attore e la rete, ma lo stesso Can ho postato uno screen “rivelatore” sulle sue Stories di Instagram.

Intanto si dice che il sexy attore turco sarà prossimamente ospite di Silvia Toffanin a “Verissimo” e di Maria De Filippi a “C’è posta per te”, dove certamente sarà una “sorpresona” per qualcuno. Quest’estate, invece, Can Yaman dovrebbe tornare in TV su Mediaset con un’altra serie di successo che lo vede protagonista. Si tratta della turca “Erkenci Kus” (“Uccello Mattiniero”), una fiction su un giovane fotografo (con appunto il volto di Can) che prende le redini dell’agenzia fotografica del padre, dopo che questi è andato in pensione.

E’ la globalizzazione, ragazzi (e soprattutto, ragazze!). Sull’argomento se ne sono dette tante, non sempre positive, ma lo “sbarco” in Italia di Can Yaman, certamente lo è. Oltretutto il giovane, che compirà presto 30 anni, l’8 novembre prossimo, ha studiato in un liceo italiano a Istanbul e lì ha imparato la nostra lingua.

LEGGI ANCHE:  Crescita dei peli: rallentarla è possibile ed ora è anche indispensabile!

Con il successo che sta avendo qui, sicuramente il nostro Paese gli è entrato ancora di più nel cuore. Che dire? Esiste ancora il detto “Mamma li Turchi!”, che evoca il pericolo dell’invasione ottomana, ma nel caso di Can Yaman si può dire “Mamma lo turco!” con ben altro significato.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...