Redazione Contatti Impostazioni Privacy

Can Yaman: tutta la sua amarezza per la chiusura di “Bay Yanlis”

Parliamo ancora della lunga intervista che Can Yaman ha concesso al settimanale “Chi” di Alfonso Signorini. Il divo turco, prima del grandissimo successo del suo ritorno in Italia, ha vissuto l’amarezza dell’insuccesso in patria della sua ultima soap, “Bay Yanlis” (“Signor Sbagliato”). Gli è stato chiesto il motivo di questo infelice risultato (mentre all’estero, Italia inclusa, la storia di Ozgur ed Ezgi è stata notoriamente apprezzatissima, anche se non si è ancora vista in TV). Che cosa ha risposto Can? Scopriamolo insieme!

Can Yaman: le parole del divo

Il giornalista di “Chi” ha ricordato che recentemente, Can ha scritto su Instagram questa frase, tanto poetica quanto sibillina: “Avremmo potuto fiorire magnificamente, ma la terra non era quella giusta”. Il riferimento era ovviamente a “Bay Yanlis”, tuttavia l’attore ha voluto spiegarlo. Ha detto che si potevano fornire diverse interpretazioni delle sue parole, ma che lui avrebbe “mantenuto il segreto”!

Allora gli è stata posta la domanda esplicita sul motivo della chiusura della soap, e lui ha risposto: “Lo chieda ai grandi capi. Se dessi la mia risposta, correrei il rischio di dire la cosa meno opportuna (è già successo che Can si trovasse nei guai per questo, quindi meglio lasciar perdere, ndr)”.

Ha detto comunque di essere dispiaciuto, “perché in questa serie ho interpretato un personaggio che mi ha permesso di esprimermi liberamente, senza essere schiacciato dalla sceneggiatura”.

Cos’ha detto il produttore di “Bay Yanlis”

Qualche giorno fa, Faruk Turgut, già produttore di “Daydreamer – Le Ali del Sogno” (“Erkenci Kus”) è stata intervistato da “GossipeTV”. Ha chiarito che dopo il successo della soap che ha visto protagonisti Can Yaman e Demet Ozdemir, si è pensato di allargare il mercato, guardando di più all’estero.

Non si è più fatto ricorso a personaggi e vicende stereotipate che vanno “forte” in Turchia, come la ragazza povera che si innamora del ricco (magari del datore di lavoro, com’è successo a Nazli di “Bitter Sweet” o a Sanem). I protagonisti lavorano già entrambi e sono indipendenti! Ezgi è una donna indipendente ed emancipata e non è l’unica in “Bay Yanlis“!

Ci sono donne divorziate (come d’altra parte nelle soap con Can Yaman che abbiamo visto precedentemente, ma non figure negative); donne che rimangono incinte fuori dal matrimonio e che stanno bene anche senza un uomo. Inoltre Ozgur era un playboy, prima di innamorarsi Ezgi, e non ne faceva mistero … Insomma, personaggi che si può immaginare non incontrino il favore della morale turca!

Aspettando “Bay Yanlis” e di rivedere Can Yaman in Italia

Nel nostro Paese e non solo, molte fan sono in attesa di rivedere Can Yaman ed Ozge Gurel recitare insieme. Intanto si parla di altri impegni cinematografici e televisivi dell’attore: “CanyaMan – The Legend”, un film su di lui, e una soap per l’estate prossima, sempre prodotti da Turgut. Inoltre, ovviamente un film diretto da Ferzan Ozpetek (non si sa se e quando, ma l’incontro a Roma c’è stato!). Can sostiene di non aver fretta di cambiare ruoli rispetto al solito, ma sa che prima o poi lo farà!


Potrebbe interessarti anche...