Capelli e alimentazione: ecco come prevenire la salute del cuoio capelluto

capelli-e-alimentazione-salute-Pianetadonne

Capelli e alimentazione, sembra una correlazione inusuale e invece non è così. Sono peli rivestiti di cheratina e la loro salute si riflette in base al cibo che viene ingerito, come per la pelle. Ma come fare per mantenerli in salute? Ecco la soluzione.

capelli-e-alimentazione-salute-Pianetadonne

Capelli e alimentazione-Pianetadonne

Il mantenimento in buono stato del capello passa attraverso gli alimenti che si consumano ogni giorno, durante i pasti. Maggior squilibrata è la dieta, magari caratterizzata prevalentemente da junk food, più il pelo tende a diventare opaco, fragile nonché tendente al diradamento e alla caduta.

E’ importante la loro salute, non solo a livello estetico dato da un bel taglio di capelli. Inoltre, la chioma ha un connotato identitario importante poiché caratterizza la persona e, nel corso della Storia, ad essa è stata data una certa rilevanza per ciò che ha simboleggiato come, ad esempio, sensualità, virilità e nobiltà.

I capelli, oggi, rappresentano l’autostima perché rendono più sicuri di fronte al rapporto con gli altri e quando si perdono si innesca il disagio. Per ovviare a un profondo malessere psicologico, qual è il rimedio a questo affannoso problema?

Capelli e alimentazione, la risposta tanto attesa

Chi può fornire una spiegazione esaustiva è il Dottor Angelo Labrozzi, in qualità di farmacista, collaboratore presso l’Università di Chieti e maggior esperto nella caduta dei capelli. Innanzitutto, elenca, in modo generale, quali sono gli alimenti che aiutano a rendere i capelli più sani:

  • il salmone: ricco di Omega 3, biotina per la ricrescita del capello e ferro per garantire una buona ossigenazione;
  • le uova che contengono ferro e vitamine del gruppo B;
  • la frutta, sia secca che fresca, prediligendo arance e kiwi che contengono vitamina C, prevenendo così l’invecchiamento del bulbo.
LEGGI ANCHE:  Coabitazione forzata: come sopravvivere in famiglia alla quarantena!

Ma, ovviamente, una dieta sana non è sufficiente qualora si presentino patologie, carenze nutrizionali importanti o si stia vivendo un periodo di forte stress, tenendo conto che anche la matrice psichica si riversa sullo stato dei capelli. In questi casi, è più efficace ricorrere agli integratori alimentari che cercano di riportare l’equilibrio nella crescita e contrastare i radicali liberi.

LEGGI ANCHE —-> I cosmetici influenzano la nostra pelle, ecco il segreto per scegliere bene

Fondamentale è il dosaggio, come spiega bene il Dottor Labrozzi, poiché meno sostanze contiene la capsula e maggior efficacia è garantita in quanto sono più concentrate anziché essere tanti componenti ma, per contenerli tutti, sarebbe necessario diminuire i loro dosaggi con conseguente minor effetto.

LEGGI ANCHE —-> Farina nei capelli? Il metodo perfetto per cui non ne potrai più fare a meno!

Per concludere, i capelli fungono da “biglietto da visita” verso gli altri. L’alimentazione è fondamentale e quindi porre attenzione ai cibi che si prediligono perché è la base per la salute, in generale e, in questo caso, per il cuoio capelluto. Con riguardo ad alcune problematiche specifiche, non c’è da disperare poiché è previsto rimedio: sicuramente aver cura di tenere costantemente una dieta sana ed equilibrata ma, soprattutto, l’intervento dei mitici integratori.

 

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...