Capelli inariditi dal mare? Scopri come proteggerli con le maschere fai da te

capelli inariditi dal mare

Capelli inariditi dal mare? Scopri come proteggerli con le maschere fai da te.

Il mare fa bene per tante cose, ma per i capelli può rivelarsi uno stress: sole, bagni, vento e salsedine possono inaridirli e quindi dopo un periodo trascorso in spiaggia spesso è necessario rimediare.

Già, ma come? Come prima cosa è importante proteggere i capelli con prodotti e trattamenti ad hoc. Nel caso di capelli non trattati (in particolare non tinti), basterà applicare degli oli per mantenerli idratati, per esempio quello di cocco, ma va bene anche quello di karitè.

Tutti e due conferiscono alla chioma una protezione naturale: con la “pellicola” che formano attorno ai capelli li schermano dai raggi ultravioletti. Inoltre hanno il vantaggio che, trattandosi di oli, l’acqua di mare non è in grado di lavarli via completamente e quindi tendono a rimanere sui capelli anche dopo che abbiamo fatto il bagno.

In caso di capelli trattati, invece, è meglio far ricorso a prodotti specificamente dedicati. Contengono vitamine e antiossidanti e sono idratanti e nutrienti. Questi prodotti, in particolare, sono pensati per fare in modo che i capelli non si schiariscano (o cambino colore) per l’effetto del mare.

Ma è chiaro che si possono adottare accorgimenti molto più semplici e anche meno dispendiosi: come per esempio coprire i capelli con bandane, cappelli o foulard. Non solo proteggono dalla luce diretta del sole, ma sono pure eleganti.

Capelli inariditi dal mare? Scopri come proteggerli con le maschere fai da te

Una maschera rinfrescante e rigenerante

Se non hai esigenze particolari, soprattutto se i tuoi capelli non sono tinti, la loro cura dopo il mare può passare anche da una maschera fai da te, da applicare con tutta comodità in casa o anche nell’albergo di villeggiatura.

LEGGI ANCHE:  Capelli, basta spendere tanti soldi dal parrucchiere: con questo ingrediente naturale risultati sorprendenti!

Si può usare il già citato olio di cocco, ma anche l’olio di Monoï, che lascia i capelli profumatissimi: basta applicarli insieme o da soli sui capelli umidi e farli agire per un minimo di dieci minuti. Ma se si vuole un trattamento risolutivo l’olio si può lasciare anche tutta la notte.

Si possono usare anche prodotti diversi dagli oli: per esempio il miele. Quest’ultimo si può abbinare a qualche goccia di succo di limone per idratare i capelli e renderli lucidi.

Tra i rimedi naturali che si possono usare va senz’altro citata l’aloe vera in forma di gel, che esercita un’azione idratante e lenitiva. Tra l’altro la si può usare anche su viso e corpo come ottimo dopo-sole.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...