carbonara coi funghi un classico pasta alla carbonareia con porcini

Carbonara coi funghi: un classico ma con variazioni

Carbonara coi funghi: un classico ma con variazioni

Carbonara coi funghi. I classici, lo sappiamo, sono classici anche perché si prestano a mille reinterpretazioni. Vale in teatro, al cinema, in letteratura. Ma vale anche, se non di più, in cucina.

carbonara coi funghi un classico pasta alla carbonareia con porcini

 

 

Perché quando si tratta di spadellare l’unico limite sono la nostra capacità tecnica e la fantasia. Dunque perché non osare?

Magari per questo primo che ti presentiamo oggi “osare” è una parola un po’ forte, perché in fondo si tratta soltanto di aggiungere i funghi alla carbonara canonica, ma è pur sempre una variazione sul tema che vale proprio la pena di provare.

Ma veniamo alla ricetta.

Gli ingredienti

Gli ingredienti necessari sono: 30 grammi di porcini secchi; uno spicchio d’aglio; olio quanto basta; due uova; 80 grammi di formaggio pecorino; pepe quanto basta; 120 grammi di guanciale; 400 grammi di rigatoni (o di spaghetti, dipende dal gusto).

Per la preparazione fate così

In primis si ammollano i porcini in acqua calda per cinque minuti, poi si sgocciolano e si fanno a tocchettini.

Quindi si prende un tegame e ci si mette a rosolare l’aglio con un filo d’olio extravergine, dopodiché si aggiungono i funghi sminuzzati e si aggiusta di sale. Quindi si allunga il tutto con un po’ dell’acqua in cui sono stati ammollati i porcini e si fa andare per una decina di minuti.

Il passo successivo è prendere una boule e romperci le uova, quindi si aggiungono il pecorino, un po’ di pepe e giusto un’ombra di sale (perché sono già salati l’acqua della pasta e il guanciale), amalgamando il tutto per benino.

LEGGI ANCHE:  Ferragosto: La mitica ricetta di SORA LELLA | tradizioni e manifestazioni

Dopodiché si prende un pentolino e ci si fa soffriggere il guanciale tagliato a striscioline: bisogna che diventi bello croccante.

Frattanto si cuoce la pasta al dente e la si manteca nella boule in cui si sono sbattute le due uova, aggiungendo poi il guanciale ancora sfrigolante.

Il tocco finale è aggiungere i funghi, belli caldi anche loro, dopodiché si può servire in tavola, magari con una bella spolverata di pepe macinato al momento.

Buon appetito!

 

Queste idee valgono oro… Altro che lattine!