Carenze di vitamine: 7 sintomi che potrete rintracciare sul vostro viso.

Occhi gonfi, angoli della bocca lacerati, pelle pallida – sono tutti sintomi di una carenza di vitamine. Bisogna tenere presente che questi sintomi non sono necessariamente dovuti ad un deficit vitaminico: spesso e volentieri possono indicare la comparsa di una malattia. Tuttavia, la carenza delle vitamine può essere la causa di un certo disturbo. Per questo, è  importante conoscere questi sintomi. Oggi ve ne mostreremo 7.

1. Gengive sensibili

Se notate che quando lavate i denti, le vostre gengive sanguinano o sono infiammate, potreste avere una carenza di vitamina C. Il deficit di questa vitamina può causare anche altri sintomi, come debolezza, suscettibilità alle infezioni, difficoltà nella guarigione delle ferite. E’ possibile assumere questa vitamina consumando cibi come agrumi, paprika, broccolo, cavolo e frutti rossi, che ne sono ricchi.

2. Pelle pallida

Se notate che il colore della vostra pelle è abbastanza pallido può essere dovuto una carenza di vitamina B12. A seconda della gravità, la mancanza di questa vitamina può portare a disturbi come demenza, paralisi, dolori ai nervi. Questa vitamina è presente soprattutto nei prodotti animali: quindi, i vegani dovranno integrarla attraverso dei prodotti appositi. Per evitare la carenza di questa vitamina, consumate: formaggio, fegato, manzo, ostriche, trote e aringhe.

3. Capelli secchi

I capelli possono seccarsi, e rovinarsi, a causa di tinte frequenti, prodotti aggressivi e pulizia eccessiva. Inoltre potrebbe essere dovuta ad una carenza di biotina. Un’altro segnale sono le unghie fragili. Per rimediare a questo problema si consiglia di consumare alimenti ricchi di biotina. Questi sono, ad esempio: prodotti di soia, fagioli, pomodori, uova e farina d’avena.

4. Lacerazioni agli angoli della bocca

Se, oltre alle lacerazioni agli angoli della bocca, riscontrate anche labbra pallide, perdita di capelli, stanchezza e confusione, potreste avere una carenza di ferro. Il ferro è importante per il trasporto dell’ossigeno e la formazione di emoglobina e globuli rossi. Alimenti particolarmente ricchi di ferro sono: fegato di maiale, farina d’avena, lenticchie e spinaci.

LEGGI ANCHE:  Anziana signora non vede bene e prega per anni davanti a una statua del Signore degli Anelli!

5. Acne 

Problemi cutanei come acne, eczema, pelle secca o scarsa guarigione delle ferite possono essere dovute alla mancanza di zinco. Lo zinco è molto importante nel rafforzamento del sistema immunitario e nella divisione cellulare e nel rinnovamento delle cellule. Se soffrite di brufoli e acne, potreste provare ad assumere un integratore a base di zinco, oppure provare ad applicare un unguento a base di zinco sulle zone colpite. Potreste provare anche l’alimentazione come: crusca di grano, ostriche, formaggio tipo Edamer, fegato di vitello e semi di zucca.

6. Palpebre gonfie

Se invece avete le palpebre sempre gonfie, questo potrebbe essere dovuto ad una carenza di iodio. Lo iodio è importante per la tiroide, infatti una carenza può portare ad ipotiroidismo, e tutti i problemi legati alla tiroide. Per ovviare, consumate regolarmente latte, prodotti caseari, yogurt, mirtilli e frutti di mare. Se oltre a questo disturbo soffrite di perdita di capelli, affaticamento e cattivo umore, consultate un medico per capire se si tratta di ipotiroidismo.

7. Rughe

Con l’età, iniziano a comparire le rughe. Se invece notate che la loro comparsa è troppo veloce, allora la causa potrebbe essere dovuta ad una mancanza di vitamina E, importante nella riduzione dello stress ossidativo e della protezione cellulare. Consumate: noci, cereali integrali, cereali, mandorle, oli vegetali (d’oliva, di semi di girasole, di mais).

Come potete vedere, anche il nostro volto lancia dei segnali che dobbiamo saper cogliere. Per la vostra sicurezza, vi invitiamo sempre a sottoporvi ad esami del sangue accurati e, in generale, alla supervisione del vostro medico di fiducia.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...