Carne piena di vermi e avariata: Mc Donald’s e Auchan e lo scandalo alimentare

carne piena di vermi e 4

Era scaduta, avariata, piena di vermi la carne, ma è stata rietichettata e venduta come fresca a Mc Donald’s e Auchan. L’accusa di questo reato è caduta sulla ditta di macellazione Castel Viandes, con sede a Châteaubriant, nella Loira.

È stato un ex dipendente dell’azienda, Pierre Hinard, a denunciare lo scandalo, con un coraggio che l’ha condotto dritto alla meta, ma non senza un lunghissimo calvario.

La notizia non è trapelata in Italia, ma in Francia, proprio recentemente, è stato celebrato un processo atteso da oltre un decennio.

Alla sbarra, gli imputati che hanno dovuto difendersi da pesanti accuse erano l’amministratore delegato e due dirigenti dell’azienda, rei di aver truffato i consumatori rivendendo carne contaminata da batteri pericolosi come l’Escherichia Coli e la Salmonella.

Il fatto è talmente grave da essere rimbalzato sulle ansa di tutt’Europa.

Ma da noi, solo GreenMe ha trattato la vicenda, e noi di Non Solo Riciclo vogliamo dare voce a questo scandalo.

Curiose di conoscere la storia? Iniziamo!

carne piena di vermi e 4

Carne piena di vermi e avariata: Mc Donald’s e Auchan e lo scandalo alimentare

Lo scandalo prende il nome di “affaire de la remballe” (il caso del riconfezionamento) e ha riportato alla luce l’attenzione sui problemi di sicurezza sanitaria nell’industria alimentare.

Siamo nel 2013, Pierre Hinard, ex responsabile della qualità dell’azienda ha denunciato la vicenda, pagando lo scotto di un licenziamento immediato. Ma senza il suo intervento la Castel Viandes, probabilmente, avrebbe perseverato nella truffa ai danni dei consumatori finali, con gravi conseguenze per la loro salute.

Durante la celebrazione del processo, conclusosi ai primi di maggio, è emerso che la carne marcia e scaduta, nonostante l’odore nauseabondo, veniva riconfezionata ed etichettata con nuova scadenza. Accompagnata da false analisi batteriologiche e falsi documenti di tracciabilità, veniva rivenduta ad aziende quali: McDonald’s (tramite il suo fornitore McKey), Auchan, Impralsa, Celtigel, Fleury-Michon, Système U e Flunch.

LEGGI ANCHE:  Sai cos’è la piramide alimentare? Ecco perché è importante conoscerla

L’azienda è stata accusata di commercializzazione non idonea al consumo umano e di falsificazione di documenti. Sul capo dell’amministratore delegato Joseph Viol e de due dirigenti, pendono 23 denunce. Ad aggravare la vicenda, secondo il pubblico ministero Éric Calut, le azioni perpetuate della comunità non sono state errori, ma un meccanismo diabolico per dissimulare la realtà, spinta solo e unicamente dal profitto.

Per questa ragione il pm ha condannato l’azienda al pagamento di una sanzione di 100.000 euro e 12 mesi di reclusione con sospensione della pena, oltre che una multa di 15.000 euro. Per i due dirigenti è stata chiesta la detenzione di 6 e 4 mesi (con sospensione della pena) e due sanzioni di 5.000 e 3.000 euro. Il 30 giugno p.v. sarà emessa la sentenza.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...