Cazzilli siciliani: non sono crocchette ma sono molto più buoni!

cazzilli siciliani non confondeteli con cazzilli siciliani

I Cazzilli siciliani sono famosissimi in Trinacria! Li trovate in ogni angolo delle città più turistiche, una specialità gastronomica che è stata sdoganata dalla cucina casalinga per entrare a gamba tesa nell’olimpo dello street food. Già perché proprio questa tipologia di consumo rende i prodotti tipici maggiormente fruibili dai turisti che possono gustarli pienamente immersi nei capolavori architettonici, storici e naturali della nostra amata isola.

Volete stupire amici e parenti con un aperitivo originale? Preparateli con le vostre mani, ma una raccomandazione è d’obbligo: scegliete solo patate farinose per una resa ben compatta.

Prima di formarli tutti, inoltre, fate una prova per verificare la loro consistenza: mettete a friggere un po’ d’olio e immergetene uno o due. Verificate che reggano bene la cottura senza sfaldarsi. In caso contrario, aggiungete due cucchiai colmi di maizena e impastate nuovamente il composto. Solo adesso passate alla realizzazione vera e propria dei cazzilli.

Ed ora la ricetta! Curiose? Iniziamo!

cazzilli siciliani non confondeteli con cazzilli siciliani

 

Cazzilli siciliani la ricetta originale: ingredienti e preparazione

Per questa ricetta procuratevi:

  • patate a pasta gialla, 1 kg
  • sale, q.b.
  • pepe, q.b.
  • olio di semi di arachide, q.b. per friggere.
  • menta o prezzemolo, qualche fogliolina (opzionale)

Selezionate tutte patate della stessa dimensione, sciacquatele sotto al getto del rubinetto, ripulitele dall’eventuale residuo di terriccio, quindi portatele a bollore in un tegame largo e capiente, colmo di acqua. Non levate loro la buccia.

Cuocetele fino a quando non saranno facilmente trapassabili con i rebbi di una forchetta, devono essere morbide, ma non scotte. Scolatele e fatele intiepidire, quindi spellatele e schiacciatele con il passaverdura. Raccogliete la purea in una ciotola, aggiustate sale e pepe, e il prezzemolo tritato finemente (non amo particolarmente la menta).

LEGGI ANCHE:  Fondant al cioccolato: facilissimo, senza cottura, semplicemente perfetto!

Amalgamate il tutto con un cucchiaio di legno e quando il composto risulta uniforme e ben distribuito, cominciate a realizzare i cazzilli.

Prelevatene una noce alla volta e create con le mani leggermente unte dei cilindretti, tutti della stessa dimensione. Sistemateli su un vassoio ben distanziati gli uni dagli altri.

Versate abbondante olio in un tegame alto e idoneo alla frittura. Portate al punto di fumo, quindi immergete poche crocchette alla volta facendole dorare su ogni lato. Scolatele con la schiumarola, quindi tamponatele con la carta assorbente. Gustateli ancora caldi: una deliziosa crosticina esterna vi rivelerà un cuore morbidissimo di purea.

Buon appetito!

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...