Redazione Contatti Impostazioni Privacy

Che cos’è la vitamina P? Conosciamo meglio i flavonoidi

Pubblicità

Che cos’è la vitamina P? Conosciamo meglio i flavonoidi.

Un tempo si usava chiamare vitamina P le sostanze che oggi raccogliamo sotto l’ombrello di “flavonoidi”. La dizione attuale è in effetti più accurata, perché il flavonoidi non sono vitamine.

Pubblicità

Di flavonoidi ce ne sono molti tipi e li si può trovare nella frutta, negli ortaggi, nel tè, nel cacao e nel vino. A certi alimenti danno il loro colore caratteristico che li protegge per esempio dagli effetti dei raggi ultravioletti.

Qui di seguito proviamo a scoprire qualcosa di più intorno a queste importanti sostanze.

Che cos’è la vitamina P? Conosciamo meglio i flavonoidi

I flavonoidi sono dei composti vegetali polifenolici e comprendono sei sotto-gruppi. Attualmente se ne conoscono almeno 6mila.

Quando vennero estratti per la prima volta dalle arance, nel 1930, gli scienziati pensarono che si trattasse di vitamine e li chiamarono “vitamina P”. Come si diceva, oggi questo nome non è più usato, perché ci si è resi conto nel frattempo che i flavonoidi non sono vitamine.

Nelle piante queste sostanze svolgono un’azione protettiva contro il sole e alcuni stress ambientali oppure servono ad attrarre gli insetti per l’impollinazione. Sono anche la causa del colore di alcuni frutti e ortaggi, per esempio le ciliegie, i pomodori e alcune bacche.

Pubblicità

I principali flavonoidi

Tra i tipi principali di flavonoidi possiamo ricordare i flavonoli, che possiamo trovare, tra gli altri alimenti, nell’olio d’oliva, nelle cipolle, nei pomodori, nel vino rosso e nel tè.

E poi i flavoni: li troviamo nel prezzemolo, nel timo, nella menta, nel sedano e nella camomilla.

I flavanoli: ne fanno parte le catechine. Li possiamo trovare nel tè nero, in quello verde, nel cacao, nelle mele e ancora nel vino rosso.

I flavanoni: li troviamo negli agrumi e sono loro la causa del sapore così asprigno e caratteristico di questi frutti.

Gli isoflavoni: si trovano soprattutto nei semi di soia.

Le antocianine: sono responsabili del colore di alcuni frutti rossi e blu. Le troviamo nelle fragole, nei mirtilli, nelle more, nell’uva e ancora una volta nel vino rosso.

I loro effetti sulla salute

I generale i flavonoidi possono prevenire le malattie di cuore e anche il diabete. Una loro funzione essenziale è quella antiossidante: sono capaci di ridurre la formazione di molecole dannose, i famosi radicali liberi, che possono danneggiare le cellule e provocarne in generale l’invecchiamento.

Pubblicità

Dal punto di vista scientifico sappiamo abbastanza del loro comportamento in vitro, ma abbastanza poco di quello in vivo. Sembra che il metabolismo individuale possa incidere parecchio sulla loro bio-disponibilità e assorbimento, come anche il tipo di flora intestinale di ciascuno.


Potrebbe interessarti anche...