Che tempo che fa news: il debutto di Fabio Fazio su Rai 2

Che tempo che fa

Che tempo che fa sta per tagliare il nastro di partenza e in questa occasione su Rai 2.
Fabio Fazio e Luciana Littizzetto, torneranno tra di noi domenica 29 settembre alle ore 19.30 e quindi alle ore 21.00. Il grande conduttore che sa porre domande ironiche su ogni argomento e la sua spalla divertente anche quando non ci sarebbe niente da ridere, hanno lavorato su tutte le tre reti Rai1.

Che tempo che fa approda in Rai 2 con Fabio Fazio e Luciana Litizzetto

Il promo di presentazione della nuova serie di questo anno 2019, mostra la Littizzetto che con la sua ironia strategica interpreta una spiritosa scenetta che coinvolge il conduttore Fabio Fazio.

Il promo, in sintesi, mostra il conduttore Fabio Fazio alle prese con una videochiamata verso il suo braccio destro, Littizzetto, la chiamata parte da una cabina che funziona con i gettoni, uguale a quella di molti anni fa. Fabio telefona da una location lontana e solitaria, in mezzo al “nulla”.

Ecco le sue parole: “Ti sto videochiamando… videochiamata perché siamo su Rai 2, la rete giovane”. La Litizzetto ribatte prontamente: “Non ti vedo perché non mi stai videochiamando… tu non sei giovane, c’hai un’artrosi che ti porta via”.

Fabio Fazio mostra, scherzando, ciò che prova nel suo peregrinare

Dopo essere andato il onda su Rai 3, poi sulla prima rete nazionale, Che tempo che fa, approda su Rai 2. Fabio Fazio scherza sulla giovinezza della rete emittente, mostrando però delusione, almeno così sembra.

Avrei anche potuto oppormi, ma non ha senso restare in un ambiente che ti considera un problema e non una risorsa. Mi hanno estromesse dalle serate in memoria di Camilleri e Mike Bongiorno. Su Rai2 saremo più liberi di sperimentare.” Ecco un suo commento!

LEGGI ANCHE:  Tempesta d'Amore anticipazioni puntata 23 marzo 2020: Denise e Joshua si trasferiscono

Fabio Fazio insomma non pare abbia visto bene il trasloco e la ripartenza da Rai 2: “esco dalla logica di dover vincere la serata”. ed ancora: “Il mio problema era fare bene il programma e fare ascolto, è stato un anno difficile. Raiuno ha fatto una media di quasi 4 milioni di persone con un programma di parola per quasi 3 ore e mezzo, che costava un terzo di qualunque fiction”.

Ora su Rai 2, esco dalla logica di dover vincere la serata, posso tornare a fare un programma che spero produca sorprese. Ci vuole del tempo per far sapere che siamo su un’altra rete, la domenica poi è la giornata peggiore vista la concorrenza. Se arrivassimo alla fine dell’anno all’8% di media sarei molto felice”.

Che tempo che fa è stato “sloggiato” dalla prima rete Rai, dove si punta massimamente agli ascolti, inoltre tante sono state le critiche, durante lo scorso anno, sul compenso del conduttore e della Litizzetto.

Non tutti la pensano in questo modo, c’è ancora una buona fetta di telespettatori, a cui piace parlare chiaro come è stato fatto in Che Tempo che fa!

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...