Cheese Challenge, sfida social in cui si tirano fette di formaggio in faccia ai bambini

La gente ha annunciato una nuova sfida su Internet che incoraggia i genitori a gettare fette di formaggio sui volti dei loro bambini e quindi a registrare le loro reazioni.

Non è un segreto che l’umorismo millenario sia un po’ strano. Le persone attraverso i social media hanno partecipato all’ultima “sfida del web” – una mania in cui adulti e bambini più grandi si sono filmati mentre lanciavano delle fette di formaggio sul volto dei più piccoli.

Questa sfida è iniziata giovedì dopo che un utente di Twitter ha condiviso un video di un bambino colpito da una fetta di formaggio appiccicosa. Alcuni dei bambini piangevano, mentre altri ridevano, ma la maggior parte sembrava scioccata da questo strano gioco.

Le persone attraverso i social media hanno partecipato alla “sfida tanto acclamata”, una tendenza particolare in cui adulti e bambini più grandi lanciano il formaggio in faccia ai bambini.

Un video è diventato rapidamente virale e ha avuto più di 8 milioni di visualizzazioni. Il video in questione aveva anche una serie di versioni pazze dei questa sfida pubblicata nei commenti.

L’utente – @unclehxlmes – alla fine ha cancellato il video e ha ammesso di averlo preso dal sito di social media e di averlo condiviso come uno scherzo.

Ma questo non ha impedito alle persone di condividere i video dei loro piccoli seduti o mentre giocavano prima di essere colpiti da una fetta appiccicosa di formaggio.

Alcuni dei bambini piangevano, mentre altri ridevano, ma la maggior parte sembrava scioccata da questo gioco così strano.

Nei commenti, le persone hanno criticato lo spreco di formaggio che se ne faceva con questo gioco. Altri hanno notato le varie reazioni dei bambini, osservando che i bambini sembravano contenti ed entusiasti dalla presenza di formaggio sul loro volto.

LEGGI ANCHE:  Oroscopo di Paolo Fox di oggi 6 luglio 2022

Naturalmente, quelli che non avevano figli hanno partecipato alla sfida con i loro amici pelosi.

 

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...