Cipolline sotto aceto: la ricetta semplice, ma deliziosa

bozza automatica 4

Ma quanto sono buone le cipolline sotto aceto? Piccole e tonde, candide come la neve, gustosissime nella loro varietà borretana sono sfiziose come aperitivo. Una tira l’altra!

E se vi dicessimo che potete realizzarle voi, con le vostre mani premurose e capaci, controllando quindi da vicino la qualità degli ingredienti, non correreste subito ai fornelli?! Domanda retorica!

Allacciate il grembiule, ma prima di tutto, sterilizzate i vasetti. Potete anche semplicemente lavarli in lavastoviglie ad alte temperature, ma abbiate l’accortezza di utilizzarli all’ultimo minuto, tenendoli nel cestello fino al momento di riempirli. Controllate che siano perfettamente asciutti.

Servitevi da tappi e guarnizioni nuovissimi, di canovacci puliti e riportate in etichetta il nome della preparazione e la data di realizzazione. Solo così scongiurerete il rischio del proliferare di microorganismi nocivi per la salute.

Allora curiose di scoprire anche questa ricetta? Prendete nota, noi iniziamo!

bozza automatica 4

Cipolline sotto aceto: ingredienti e preparazione

Per queste cipolline procuratevi:

  • aceto di vino bianco, 500 ml
  • cipolline borretane, 1 kg
  • alloro, 4 foglie
  • acqua, 1 bicchiere
  • cannella, 1 stecca da 3 centimetri
  • grani di pepe nero, q.b.
  • chiodi di garofano, q.b.
  • sale, q.b.

per il liquido di immersione:

  • acqua, 100 ml
  • aceto, 500 ml
  • sale, 1 cucchiaio

In una pentola larga e capiente, portate a bollore abbondante acqua leggermente salata. Immergete le cipolline per 5 minuti appena, quindi scolatele e lasciatele raffreddare su uno straccio pulito e asciutto. Rimuovete la pellicina esterna e tenete a portata di mano.

Ora prendete un altro tegame, versate l’aceto, il bicchiere di acqua, l’alloro, il pepe e la cannella. Fate cuocere e a ebollizione raggiunta, eliminate la stecca di cannella e inserite le cipolline per 5 minuti ancora nel liquido ottenuto. Spegnete il gas e scolatele, quindi sistematele su un nuovo canovaccio, pulito e fatele asciugare completamente all’aria. Infine trasferitele nei vasetti senza colmarli del tutto.

Nel mentre, preparate il liquido di governo. Bollite aceto, acqua e sale per un quarto d’ora circa.

Versatelo ancora caldo nei barattoli fino a ricoprire del tutto le cipolline, ma tenete un margine di 1 centimetro dal bordo.

Sbatteteli con cautela sul piano di lavoro per far risalire le eventuali bolle d’aria e richiudete con i tappi ermetici. Capovolgeteli e lasciateli raffreddare del tutto.

Le vostre cipolline sotto aceto vanno conservate in un luogo fresco e asciutto, prima di consumarle attendete 1 mese e conservatele per un massimo di 5.

Buona degustazione.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...