Redazione Contatti Impostazioni Privacy

Combattere i segni dell’età con trattamenti mirati e buone abitudini

Nella top list delle priorità femminili, un posto d’onore è riservato di norma ad un obiettivo: combattere i segni dell’età. A preoccupare non sono solo le rughe, ma anche la densità cutanea e i lineamenti via via meno definiti. Come fare per arginare i danni del tempo e ritrovare un incarnato luminoso, fresco e tonico?

Tante sono le strategie da adottare oggi, ad iniziare da quella più difficile, che prevede un lavoro profondo, ma è totalmente gratuita: l’accettazione di sé!

Badate bene, però, che questo gesto d’amor proprio non ha nulla a che vedere con la rassegnazione, motivo di tristezza ed evocazione di un’assenza.

L’apprezzamento riguarda l’ambito psico-emotivo, quello in cui l’immagine positiva di sé stesse non muta con il trascorrere degli anni, ma mantiene alta l’autostima e colloca la persona in una rete di rapporti distesi. E poi c’è altro su cui intervenire in maniera più concreta! Curiose? Iniziamo!

Combattere i segni dell’età con i cosmetici giusti e trattamenti estetici mirati

La pelle invecchia a causa della diminuzione del collagene e dell’elastina, dovuta al deteriorarsi della rete fibrosa a supporto del derma. Un ulteriore problema è dato, poi, dalla forza di gravità che con il tempo lascia effetti indelebili su viso e corpo. E ovviamente un aggravarsi della situazione deriva da fattori genetici e ambientali, primo tra tutti l’esposizione ai raggi solari, se non protette.

Tanti motivi comportano un’azione mirata, ma su più fronti perché combattere i segni dell’età è una missione sinergica di più espedienti utilizzati al contempo.

Una dieta sana e ricca di vitamine, sali minerali e proteine è un presupposto imprescindibile per una vittoria garantita. Una skincare puntuale e la relativa scelta di prodotti adatti alla tipologia della cute e all’età diventa un passaggio obbligato. E l’intervento di trattamenti dermatologici mirati sostiene verso il raggiungimento della meta fissata.

LEGGI ANCHE:  Come liberarsi delle erbacce in modo naturale

Qui entrano in gioco i peeling con gli acidi. L’esfoliazione leggera permette di rimuovere le cellule superficiali e uniformare l’aspetto della cute, stimolando al contempo la produzione di collagene. Per evitare gli arrossamenti, scegliete l’acido tricloroacetico o il retinolo, ma tamponatene l’effetto lievemente abrasivo con sieri e maschere altamente nutrienti e rimpolpanti.

Se poi volete ottenere un effetto anti-age immediato, potete ricorrere anche ai filler; prediligete quelli a base di acido ialuronico, dermo-compatibile. Potrete così andare a ricalibrare i volumi laddove mancanti e ridefinire l’ovale in maniera duratura, ma non perenne. I trattamenti hanno una durata di circa 6/12 mesi a seconda della risposta cutanea, ma non stravolgono i lineamenti e conferiscono freschezza al viso.

Combattere i segni

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...