Come aumentare la vitamina D e gli alimenti che la contengono

Come aumentare la vitamina D e gli alimenti che la contengono

Le vitamine, sono estremamente importanti per la salute del nostro corpo, ognuna ha un compito ben specifico e devono essere presenti nel giusto quantitativo, perché soprattutto per alcuni tipi, l’eccesso vitaminico è altrettanto dannoso della carenza.

Come aumentare la vitamina D

 

Come aumentare la vitamina D e gli alimenti che la contengono

Generalmente, una dieta sana, varia, equilibrata, ricca di frutta e verdura, ci fornisce tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno. C’è però una vitamina che fa eccezione, è la vitamina D, questa è presente in pochi alimenti (anche se in qualcuno c’è) e il nostro corpo la sintetizza attraverso l’esposizione alla luce del sole.

Basterebbe esporre, anche solo le braccia, per quindici minuti al giorno alla luce solare, per averne un quantitativo adeguato. Purtroppo, non tutti i climi permettono, in tutte la stagioni di farlo, inoltre, anche durante l’estate, quando stare al sole è automatico perché basta semplicemente uscire di casa, molti di noi usano protezioni solari, è corretto farlo per non danneggiare la pelle però, queste creme, oltre a proteggerci dai raggi dannosi, riducono anche l’assorbimento di vitamina D.

Dobbiamo comunque fare in modo che sia presente nel nostro corpo in quantitativi adeguati, perché è utile alla salute sotto moltissimi punti di vista.

Come aumentare la vitamina D e gli alimenti che la contengono: A cosa serve la vitamina D

Principalmente questa vitamina è utile per la salute di ossa e denti, inoltre aiuta ad aumentare le difese immunitarie, ma molti studi hanno dimostrato che la sua carenza interviene a predisporre a diverse patologie, integrandola aiuta a curarle:

  • Salute cognitiva, la sua presenza nell’organismo mantiene alte le prestazioni mentali e, dove vengono meno, come nella vecchiaia, la sua integrazione aiuta, nei limiti del possibile, a ripristinarle.
  • Osteomalacia e osteoporosi, sono due patologie a carico delle ossa che, in modo diverso, le indeboliscono, possono essere trattate appunto con la vitamina D.
  • Rachitismo, questa rara malattia dei bambini, si innesca proprio a causa della carenza di questa, vitamina , va da sé che integrarla, risolve.
  • Psoriasi, questa è una malattia della pelle, spesso di difficile soluzione, in alcuni casi, l’applicazione di creme a base di una particolare forma di vitamina D aiuta a controllarla.
  • Sclerosi multipla, recenti studi hanno dimostrato che mantenere, nel corso della vita, adeguati livelli di questa vitamina, riduce il rischio di ammalarsi.
LEGGI ANCHE:  Mal di pancia e crampi addominali: due semplici ingredienti per stare meglio

Dove troviamo la vitamina D

Considerato quanto gravi possono essere le conseguenza di una carenza, è meglio intervenire per tempo, in modo da non andarci incontro. Come abbiamo detto l’esposizione al sole è la migliore forma di assorbimento, ma possiamo trovarla anche in alcuni alimenti.

Cibi naturalmente ricchi di vitamina D

  • Pesce grasso come salmone, tonno e sardine,
  • fegato di manzo,
  • tuorlo d’uovo,
  • formaggio,
  • funghi.

Alimenti integrati di vitamina D

  • Latte,
  • cereali,
  • bevande vegetali.

Questi alimenti al naturale, non ne sono così ricchi, ma in commercio li troviamo, spesso, con l’aggiunta di questa vitamina, scegliamoli.

Nel caso fossimo ancora carenti, dovremmo ricorrere a degli integratori, è bene farlo sotto controllo medico e solo dopo aver fatto un semplice esame del sangue, che ne accerti la reale necessità. Questo perché se ne assumessimo in eccesso andremo incontro a diversi effetti collaterali.

Eccesso di vitamina D

I sintomi di un’ ipervitaminosi in questo caso possono essere:

  • debolezza,
  • stipsi,
  • vomito,
  • confusione,
  • mancanza di appetito,
  • perdita di peso,
  • danni ai reni,
  • problemi al ritmo cardiaco.

Però niente panico, per arrivare a certi livelli dovremo assumerne veramente tanta!!!

Articolo revisionato dalla Dottoressa in scienze della nutrizione Maria Di Bianco

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...