Come coltivare i limoni in terra e in vaso: una guida pratica

coltivare limoni in giardino e in vaso

Come coltivare i limoni in terra e in vaso: una guida pratica.

Il limone si può coltivare senza grosse difficoltà sia in terra che in vaso, sempre che vengano adottate alcune fondamentali precauzioni.

Come origine, il limone risale a un antico ibrido tra il pompelmo e il cedro, ma col tempo la pianta è diventata una specie indipendente.

Nell’area del Mediterraneo fu introdotta nel XII secolo, grazie agli arabi, che la importarono in Sicilia. Per quanto riguarda il Nuovo Continente, il merito della sua diffusione spetta niente meno che a Cristoforo Colombo, che contribuì a portarla nel continente sudamericano. Non è un caso che ancora oggi i Paesi del Latinoamerica siano tra i maggiori produttori mondiali.

Come coltivare i limoni in terra e in vaso: una guida pratica

I limoni attecchiscono meglio nelle zone con una temperatura compresa tra i 12 e i 38 gradi e con un’altitudine tra i due e i trecento metri sul mare. Generalmente le piante di limone cominciano a dare frutti dal quarto o quinto anno di età.

Coltivare i limoni in giardino

Il limone preferisce i climi temperati/caldi e non troppo piovosi; sopporta anche temperature fino a meno tre gradi centigradi, a patto che sia per brevi lassi di tempo. La pianta è molto sensibile al vento forte. Se le temperature scendono sotto lo zero c’è anche caso che perda le foglie. Sotto i 5 gradi si può danneggiare il fusto.

In considerazione di tutto ciò, è ovvio che l’esposizione del giardino è molto importante, come anche la latitudine. Diciamo che un giardino esposto a sud e situato non troppo a nord è l’ideale.

Ma occorre badare non solo al gelo, ma anche la caldo torrido: è quindi essenziale trovare una giusta collocazione alle piante di limone nel nostro giardino.

l terreno ideale è drenante e di media densità. Il substrato sarà fatto di ghiaia e cocci, per poter permettere il deflusso dell’acqua, mentre quello più superficiale dovrà contenere terriccio morbido e drenante.

Il limone si può riprodurre per seme, per talea o per margotta (consiste nel far radicare un ramo ancora collegato alla pianta madre). La stagione migliore per cominciare una coltivazione di limone è la primavera, ma bisogna preparare il terreno già a partire da gennaio, per poi continuare a lavorarlo, pulirlo e concimarlo nei mesi seguenti.

Per piantare il limone bisogna lavorare il terreno in profondità, preparare le varie buche che ospiteranno le piante e quindi mettere a dimora le piantine. Dopodiché occorre irrigare in abbondanza.

LEGGI ANCHE:  Labbra perfette: i consigli per una bocca da baciare.

Coltivare i limoni in vaso

Se si vuole coltivare il limone dal seme ci vogliono un vaso che abbia almeno trenta centimetri di diametro e del terriccio. Il vaso va annaffiato sistematicamente, affinché il seme germogli; la germinazione può prendere dalle 4 alle 6 settimane a seconda della temperatura.

Dal momento in cui la pianta germoglia, occorre concimare il terreno con un fertilizzante organico, operazione che va ripetuta almeno ogni due settimane.

Quando la pianta cresce, bisogna continuare a irrigare e stare attenti che non si abbiano dei ristagni nel sottovaso, perché possono danneggiare le radici. Al rinvaso si deve provvedere quando la pianta raggiunge tra i quindici e i venti centimetri d’altezza.

Il seme va piantato nel terreno umido. Basta scavare una buchetta nel terriccio del vaso, depositarci il seme e ricoprire con la terra. È importante che il terreno sia sempre umido.

Per favorire la crescita della pianta è bene avvolgerla con un involucro di plastica trasparente legato con un elastico intorno al vaso, così da creare un ambiente caldo che favorisca la crescita. sull’involucro occorre fare dei fori per garantire che la pianta possa respirare.

Quando i semi cominciano a germogliare, la copertura va finalmente rimossa.

Il vaso è bene sistemarlo in un posto che sia colpito dalla luce diretta del sole per almeno 5 o 6 ore al giorno. Ma in estate nelle ore più calde il vaso va tenuto in un luogo più riparato.

D’inverno è consigliabile sistemare il vaso in una zona molto soleggiata e luminosa così da assicurare alla pianta la giusta temperatura. Sempre nella brutta stagione, i limoni in vaso si possono proteggere dal gelo con dei teli di tessuto non tessuto. Si avvolge più volte il telo intorno alla pianta, con delicatezza, e poi si fissa con un elastico.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...