Come coltivare l’ortensia per averla sempre fiorita: in vaso e in giardino

come coltivare lortensia per averla come coltivare lortensia in vaso AdobeStock 3544672 1200x900 1

Come coltivare l’ortensia per averla sempre fiorita: in vaso e in giardino

L’ortensia è una bellissima pianta dai fiori coloratissimi, il significato di regalarla e quello di dichiarare amore profondo e unico ad una persona. Per molti, però, l’acquisto è semplicemente collegato all’effetto scenografico che fa se coltivata, sia in vaso che a terra.

come coltivare lortensia in vaso AdobeStock 3544672

Come tute le piante deve ricevere alcune attenzioni per durare nel tempo e per regalarci fioriture davvero degne di questo nome.

Vediamo cosa dobbiamo fare per mantenere bellissima nel tempo la nostra ortensia.

Coltivare l’ortensia in vaso

La coltivazione in vaso dell’ortensia è indicata per quei climi i cui l’inverno risulta piuttosto rigido, perché la pianta teme il freddo, quindi durante la stagione fredda potremo proteggerla portandola dentro casa. Il vaso deve essere proporzionato alle dimensioni della pianta e soprattutto munito di fori sul fondo, perché bisogna evitare i ristagni d’acqua.

Per lo stesso motivo, dobbiamo svuotare spesso il sottovaso. Le innaffiature devono essere fatte quando la terra è asciutta ma non completamente secca. Nel caso in cui l’acqua del rubinetto fosse troppo calcarea è meglio evitare di usarla per le innaffiature, preferiamo quella piovana. Per evitare che l’ortensia in vaso cresca troppo dobbiamo potarla con cura nei periodi in cui non è in fioritura, quindi in pieno inverno.

In giardino

Riuscire a far crescere l’ortensia in giardino ci regalerà un angolo davvero spettacolare. Questa pianta tende a creare dei grossi cespugli, pieni di fiori a tal punto ricchi che non servirà molto altro per decorare il giardino. Dalla primavera fino all’autunno avremo delle fioriture davvero molto scenografiche.

LEGGI ANCHE:  Arredare con bottiglie e barattoli di vetro: idee semplici ma fantastiche!

Il primo passo per riuscirci è quello di collocare la pianta in un punto che non sia esposto ai raggi diretti del sole. Perché l’ortensia non li tollera e tende a bruciarsi, posizioniamola quindi in un posto in semi ombra. Il secondo passo è quello di creare un terreno drenante in modo che l’acqua non ristagni. Infine usiamo dei fondi di caffè per mantenere acido il PH del terriccio.

Da ultimo, eliminiamo i fiori secchi per dare respiro alle nuove fioriture facciamolo sempre con forbici disinfettate. Quando arriva l’inverno, proteggiamo l’ortensia dal freddo con una serra portatile o un telo di plastica ben ancorato al terreno.

Seguendo questi pochi accorgimenti, le nostre ortensie saranno bellissime per molto tempo e i nostri balconi o i nostri giardini ospiteranno splendide fioriture.

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...