vitamina C

Come fare il pieno di vitamina C: scopri quali alimenti scegliere

Come fare il pieno di vitamina C: scopri quali alimenti scegliere.

La vitamina C, ovvero l’acido ascorbico, è una vitamina solubile in acqua ed è essenziale: non la possiamo sintetizzare, è necessario prenderla degli alimenti tutti i giorni.

La vitamina C è fondamentale per la salute di organi e tessuti. In particolare: è un potente antiossidante, cioè è capace di combattere l’azione dannosa dei radicali liberi; è essenziale per la buona salute di cartilagini, ossa, pelle e capelli; è importante per l’efficienza del sistema immunitario, di quello nervoso e anche di quello ormonale; è fondamentale per un buon assorbimento del ferro: se manca la vitamina C, ci può essere anemia.

Ma quali sono gli alimenti più ricchi di vitamina C?

Come fare il pieno di vitamina C: scopri quali alimenti scegliere

Vediamoli più in dettaglio.

L’uva

È una ottima sorgente di vitamina C. Contiene inoltre molti sali minerali (zinco, potassio, magnesio, ferro) oltre che vitamine dei gruppi B e A. Nella buccia dell’uva c’è il resveratrolo, un antiossidante che contribuisce a fluidificare il sangue. L’uva contribuisce inoltre al benessere di reni, fegato e intestino. Cento grammi di uva contengono circa 340 milligrammi di vitamina C.

Il ribes

Nel ribes ci sono circa 200 milligrammi di vitamina C ogni 100 grammi di prodotto. Oltre che buoni, sono eccellenti come arma per prevenire e combattere l’anemia. I ribes contengono anche vitamina A ed E, che proteggono la pelle dagli insulti dell’età.

I peperoni

Rossi p gialli non importa, i peperoni contengono quattro o cinque volte più vitamina C di un’arancia fresca. Un etto di peperoni crudi ne contengono infatti circa 160 milligrammi, mentre cotti ne contengono sui 110 (le arance solo 50 milligrammi).

LEGGI ANCHE:  Bucato sempre profumato? Esiste un metodo sicuro, lo dice la scienza!

Nei peperoni è anche importante la presenza di betacarotene, vitamine del gruppo B, e sali minerali come potassio, ferro, magnesio e calcio.

Le cime di rapa

La morte loro è con le orecchiette, ma forse non tutti sanno che le cime di rapa sono una buona fonte di vitamina C. Cento grammi ne contengono sui 110 milligrammi da crude, un’ottantina da cotte.

Sono inoltre disintossicanti e mineralizzanti. Poiché contengono anche calcio, sono anche utile per il benessere delle ossa. Hanno pure una certa efficacia battericida, oltre a tenere sotto controllo pressione e colesterolo.

La rucola

È consigliatissima nelle diete perché praticamente non ha calorie. Contiene minerali, vitamine e antiossidanti. Dovrebbe consumarla con regolarità chi segue una dieta vegetariana o vegana.

Le arance e i limoni

In un articolo dedicato alla vitamina C non si potevano non citare gli agrumi, infine. Le arance, lo sanno tutti, sono una delle fonti più disponibili di vitamina C, anche se, come abbiamo visto, in realtà ne contengono meno di quello che si crede comunemente.

Ciò non toglie che siano una importante sorgente di acido ascorbico, soprattutto nella stagione fredda, che poi è la loro stagione.

Queste idee valgono oro… Altro che lattine!