Redazione Contatti Impostazioni Privacy

Come sbiancare le pigne in 5 minuti e senza candeggina

Pubblicità

Partiamo col dirvi come sbiancare le pigne con la candeggina, poi vi diremo come ovviare a questo procedimento con un metodo più semplice

Quello che ti occorre è:

Pubblicità
  • Un contenitore dove immergere completamente le pigne
  • un mattone oppure un peso qualsiasi che ti aiuti a mantenere le pigne sommerse
  • candeggina
  • olio
  • batuffolo di ovatta
  • Spazzolino

Iniziate con lo spazzolare le pigne, poi per eliminare l’eccesso di resina usate un batuffolo di ovatta impregnato di olio. Una volta eseguita la pulizia posizionate le pigne in un contenitore e versate la candeggina fino a sommergerle. Ovviamente le pigne galleggeranno e a questo punto interviene in vostro aiuto il mattone.

Lasciate le pigne sommerse nella candeggina per due giorni, trascorsi i quali adagiatele su un foglio di giornale (non disperate, non sembreranno completamente bianche) una volta asciutte si saranno completamente sbiancate.

Come avete potuto notare lo sbiancamento delle pigne è un procedimento abbastanza lungo, infatti si deve aspettare alcuni giorni per lasciare che le pigne si impregnino di candeggina, per poi lasciarle asciugare completamente. I risultati possono variare un po ‘a seconda delle varietà di pigne.

Tuttavia, molti sono sensibili alla candeggina. L’esposizione alla candeggina può irritare gli occhi, il naso, i polmoni e la pelle. Potrebbero esserci anche impatti ambientali negativi quando infine smaltirete la candeggina.

Come sbiancare le pigne in 5 minuti e senza candeggina

Pubblicità

Quindi come è possibile sbiancare le pigne facilmente e senza incorrere in tutti questi inconvenienti? Ecco una soluzione semplice per ottenere un risultato simile e meno nocivo.

Materiale e preparazione:

  • pigne: dopo aver raccolto alcune pigne, spazzolatele a secco con un vecchio spazzolino da denti, oppure lavatele e lasciate asciugare. Alcune pigne si chiuderanno dopo essersi bagnate e si riapriranno una volta asciutte, quindi pianificate in anticipo questo procedimento.
  • vernice acrilica atossica bianca
  • vernice acrilica ocra
  • contenitore per mescolare la vernice e immergervi le pigne
  • guanti di gomma (facoltativi)

Il colore e la consistenza della vernice sono le chiavi per far sembrare le pigne come se fossero pigne sbiancate con la candeggina invece che pigne dipinte.

Preparare il colore:

Mescolate la vernice con dell’acqua aggiungendo una puntina di colore ocra, a seconda della cremosità e di quanto volete che sia coprente la vernice è possibile variare il dosaggio che vi indicheremo. Sperimentate prima con un paio di pigne la nostra miscela, in quanto è possibile lavarle e riprovare se non piace la consistenza. Noi consigliamo 1 parte di acqua in 2 parti di pittura per un risultato più naturale e che lasci intravedere leggermente il colore naturale della pigna.


Potrebbe interessarti anche...