Redazione Contatti Impostazioni Privacy

Come si pulisce il frigorifero? Scoprilo in 7 semplici mosse

regole per pulire il frigo

Come si pulisce il frigorifero? Scoprilo in 7 semplici mosse.

Che cosa faremmo senza il frigorifero? Dovremmo di nuovo conservare i cibi sotto sale o affumicarli oppure saremmo costretti a mangiarli freschi.

Insomma, lo sappiamo tutti, da almeno sessant’anni (qui da noi) il frigorifero ci ha cambiato la vita in meglio. Ma come tutti gli elettrodomestici anche il frigo ha bisogno di un minimo di manutenzione.

In particolare è necessario tenerlo sempre perfettamente pulito, anche per evitare il proliferare di muffe e batteri, con le possibili contaminazioni incrociate tra un cibo e l’altro.

Ma non è solo questione di salute, è anche questione di durata dell’elettrodomestico. Se lo mantieni come si deve, dura più a lungo.

Ma quali sono le regole per una buona pulizia del frigo?

Vediamole.

Come si pulisce il frigorifero? Scoprilo in 7 semplici mosse

Come si pulisce il frigorifero

Uno. Svuotare il frigo

La prima cosa da fare quando si deve pulire il frigo è svuotarlo. Il momento più adatto è prima di fare la spesa, in modo da avere meno roba da togliere. Tieni conto che nel caso dei cibi freschi non possono essere tenuti fuori dal frigo troppo a lungo.

Non solo: bisogna anche tirare fuori tutti i ripiani e i cassetti. Così potrai pulire tutti gli angoli e recessi del tuo frigorifero.

Due. Olio di gomito

Dopo aver tolto cassetti e ripiani, li puoi lavare con acqua calda e detersivo per i piatti. Se vuoi adoperare solo detergenti naturali, va benissimo un mix di acqua e aceto: ne imbevi una spugna e con quella pulisci.

Importante: non lavare i ripiani di verto con acqua calda subito dopo averli tirati fuori: potrebbero incrinarsi.

Tre. Pulire le pareti interne

Dopo aver svuotato il frigo di tutti i contenitori interni, puoi dedicarti a una bella pulizia approfondita. Meglio se non adoperi prodotti chimici, perché il frigo potrebbe assorbirli e poi rilasciarli, modificando il sapore della roba da mangiare.

LEGGI ANCHE:  Polpettone filante di melanzane: una delizia impareggiabile!

Vanno benissimo acqua e bicarbonato o anche a aceto di mele.

Quattro. Pulisci le guarnizioni

Non dimenticare di pulire ben bene le guarnizioni. Per far questo si può usare un preparato di acqua e aceto in parti uguali, oppure di acqua e candeggina. Dopo il risciacquo, asciuga con cura.

Cinque. E l’esterno?

La pulizia del frigo non è completa se non si pensa anche all’esterno dell’apparecchio. Puoi usare un panno pulito e uno spray detergente. Per ventole e serpentine stacca il frigo dal muro e fallo scivolare sopra un foglio di carta, così da non rigare il pavimento.

Per pulire le serpentine, stacchi la corrente e poi rimuovi polvere e quant’altro con una spazzola oppure, meglio, con l’aspirapolvere.

Sei. Mantenere il frigo pulito

Per evitare di sporcare il frigo anzitempo, controlla sempre la scadenza dei cibi e fa’ in modo che siano sempre ben chiusi nella loro confezione o in contenitori appositi.

Per evitare i cattivi odori si possono usare come deodoranti naturali caffè, bicarbonato o aceto. Basterà metterli in un bicchierino e lasciarli in frigo.

Sette. Rimettere i cibi nel frigo

Prima di rimettere i prodotti nel frigo, da’ una passata con uno straccio alle confezioni. Controlla le scadenze e colloca ogni prodotto nel ripiano apposito. Più in basso vanno i cibi che hanno bisogno di una temperatura più bassa per conservarsi meglio, più in alto quelli che hanno bisogno di una temperatura più alta.

Infine è buona regola generale mettere nel ripiano più basso i cibi che possono rilasciare liquidi, come ad esempio la carne, cosicché non possano contaminarne altri.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...