Redazione Contatti Impostazioni Privacy

Con la crema solare ci si abbronza? Facciamo chiarezza!

Pubblicità

Siete abituate ad usare la crema solare per prevenire le prime scottature e proteggere la pelle dai raggi UV ma sapete, realmente, come funziona? Vi siete mai chieste se l’uso della crema solare sia efficace per l’abbronzatura?

Abbiamo cercato di fare chiarezza su un prodotto che, a breve, sarà molto utilizzato da grandi e da bambini! Prima di correre ad acquistarne una, dovete saperne di più! Curiose? Ecco come funziona!

Pubblicità

Com’è composta?

In buona sostanza, è costituita da componenti attivi che permettono di proteggere la pelle dai raggi UV e da possibili scottature ed eritemi, ma i suoi filtri protettivi non bloccano completamente i raggi solari. Questo rende possibile abbronzarsi ugualmente!

Due sono le sostanze principali:

  • ingredienti attivi: ovvero elementi organici che contengono atomi di carbonio. Alcuni di questi assorbono parte dello spettro UVB, il principale responsabile delle scottature; mentre altri formano uno spettro UVA evitando danni profondi alla cute. Ecco perché è meglio usare una crema solare ad ampio spettro!
  • Emulsione: fa fa in modo di preservare le sostanze organiche e a farle resistere meglio all’acqua.

con la crema solare

Con la crema solare ci si abbronza?

Ogni formulazione ha il suo fattore di protezione, conosciuto con l’acronimo SPF (sun protection factor). I numeri che trovate scritti di fianco alla sigla SPF, indicano quanti UVA e UVB sono in grado di schermare, evitando danni profondi o superficiali.

Pubblicità

In pratica, più la cifra risulta alta, meno raggi passeranno. Per fare alcuni esempi: una crema con un SPF di 40 impedisce ad un quarantesimo dei raggi solari di raggiungere l’epidermide, una crema con SPF di 20 lo permette ad un ventesimo, ecc.

In conclusione, rispondendo alla domanda se utilizzando la crema solare ci si abbronza ugualmente, la risposta è sì, poiché bloccano solo quelli nocivi alla salute dell’epidermide, ma sollecitano comunque la melatonina, unica responsabile della pigmentazione dell’incarnato.

 


Potrebbe interessarti anche...