Conservare le castagne: 7 metodi e soluzioni geniali!

come conservare le castagne 7 AdobeStock 295623226 1

Conservare le castagne: 7 metodi e soluzioni geniali!

La castagna è un frutto decisamente prezioso. Paragonabile per il valore nutrizionale al pane integrale, può essere utilizzato per la creazione di qualsiasi tipo di piatto.

come conservare le castagne 7 AdobeStock 295623226 1

Ciononostante anche le castagne hanno bisogno di essere conservate al meglio.

I procedimenti sono vari ma prima di ogni cosa è necessario controllare se sono idonee alla conservazione.

Per verificare che siano intatte e buone bisogna metterle in ammollo per alcuni giorni. Ogni giorno si dovrà cambiare l’acqua contenente le castagne. Fatto questo le castagne rimaste a galla saranno quelle impossibili da conservare a lungo tempo.

Adesso non resta che scoprire i metodi per conservarle:

Conservare le castagne: 7 metodi e soluzioni geniali!

Per conservare le castagne al meglio è possibile strizzare l’occhio anche al magico mondo dei dolci. Infatti la crema di castagne è un metodo di conservazione e prepararla è facilissimo.

Bisogna prendere 2 kg di castagne e farle bollire insieme alla buccia. Dopo infilarle in uno schiaccia patate per ottenere la polpa. Successivamente bisogna portare a bollore 600g di acqua insieme a 500/600 g di zucchero o, se preferite, insieme a dei semi di una bacca di vaniglia. Versare nell’acqua le castagne precedentemente schiacciate e mescolare a fuoco basso per circa un’ora. Dopo, per conservarli sotto vuoto, bisogna semplicemente versare tutto in alcuni vasetti.

Congelate crude

Uno dei metodi più semplici è quello di conservare le castagne nel congelatore. Bisogna solo asciugarle, inciderle e chiuderle ermeticamente in un sacchetto per freezer. In questo modo potremo conservarle anche per 12 mesi.

Essiccate

Per la conservazione delle castagne possiamo usare anche l’essiccazione. Questo procedimento può essere svolto sia con un forno che con un’essiccatore. In entrambi i casi bisogna lessare le castagne, sbucciarle e asciugarle. Successivamente bisogna tagliarle a metà e se possedete un’essiccatore utilizzatelo per almeno 5 o 6 ore a 60°C altrimenti bisognerà essiccarle in forno per almeno 2 ore a 180°C.

LEGGI ANCHE:  Ecco come usare il sale per pulire casa: rimedio infallibile contro le macchie di ruggine

Frigorifero cotte

A dispetto della loro cottura, le castagne possono essere conservate in frigo per almeno 1 mese e in congelatore per almeno 6 mesi. Bisogna solo ricordare che se sono arrostite bisogna togliere la buccia e riporle in frigo, in un contenitore ermetico oppure congelarle in un sacchetto gelo. Se invece sono lessate vanno asciugate e chiuse anche loro come spiegato poc’anzi.

Frullare

Se si preferisce frullare le castagna basta solo riporre la polpa in un sacchetto ermetico, dopo aver eliminato l’aria al suo interno. Questo procedimento può essere utilizzato solo dopo aver cotto le castagne.

Frigorifero crude

Se invece si desidera mangiarle in tempi brevi, le castagne crude possono essere conservate tranquillamente per 2 mesi lasciandole in frigo in un sacchetto di juta o in sacchetto alimentare. In questo caso è meglio mantenere il frigo ad una temperatura non superiore a 3°C.

Sabbia

Un metodo poco utilizzato è quello di lasciare le castagne nella sabbia umida e al riparo dal sole. In questo caso bisogna inserire le castagne in una vaschetta, coprile di sabbia e alternare gli strati. In questo modo possono mantenersi, a temperatura ambiente, per circa 2 mesi.

Adesso non rimane che scegliere il metodo più adatto a voi!

 

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...