Cotolette di finocchi: facili, veloci e irresistibili!

Cotolette di finocchi: facili, veloci e irresistibili!

Le cotolette di melanzane sono più popolari e conosciute, ma queste cotolette di finocchi che andiamo a proporti qui di seguito sanno davvero stupire: per il sapore intenso, per la loro deliziosa croccantezza, per il loro cuore morbido e pressoché cremoso.

Non sono difficili da preparare. Noi te ne offriamo una versione fritta in padella, ma se preferite una cottura più salutare, si possono fare anche al forno.

Il risultato è straordinariamente appetitoso in tutti e due i casi.

Facili e irresistibili: prova le divertenti cotolette di finocchi

Ma vediamo come si realizza questa ricetta golosa.

Gli ingredienti

Per sei persone servono: tre finocchi; 300 grammi di pangrattato; 50 grammi di grana padano; due uova; farina doppio zero quanto basta; sale q.b.

La preparazione

In primis bisogna pensare ai finocchi. Togli le parti più esterne e lavali con cura. Poi li tagli a fette non troppo sottili, che calerai nell’acqua calda (abbondante e salata) per sbollentarle.

Il tempo che le fette dovranno passare in acqua bollente dipende dal loro spessore. Più sono sono fine e meno tempo impiegheranno a sbollentare. E viceversa.

Diciamo che per uno spessore di circa un centimetro ci vogliono dieci minuti di passaggio in acqua. Conclusa la sbollentatura, le fette vanno adagiate su della carta assorbente.

È essenziale che i finocchi non cuociano completamente in questa fase, in caso contrario sarebbero troppo morbidi e non sarebbero maneggiabili nelle fasi seguenti.

Adesso sbatti le uova con un pizzico di sale. A parte prepari un mix di pangrattato, formaggio grattugiato e farina doppio zero.

Ma torniamo alle fette di finocchi. Una volta volta intiepidite, le passi dapprima nella farina, poi nell’uovo sbattuto e infine nel pangrattato.

A questo punto non ti resta che tuffare le fette di finocchi in olio bollente per due o tre minuti per parte.

Queste “cotolette” vanno servite ben calde.

Buon appetito!

Queste idee valgono oro… Altro che lattine!