Redazione Contatti Impostazioni Privacy

Crampi alle gambe durante la notte? Ecco come prevenirli e curarli

Pubblicità

Capita mai di svegliarvi nel mezzo della notte a causa dei crampi alle gambe? Ci sono diversi motivi per cui si soffre di questi intensi dolori durante il riposo notturno: sovraccarico di attività nei muscoli, diabete, gravidanza e disidratazione possono essere alcune delle cause. Come possiamo evitare i suddetti dolori e dormire tranquillamente di notte?

Print

Olio essenziale di tè del Canada

Pubblicità

L’olio di tè del Canada contiene metile salicilato, una sostanza che riduce il dolore e stimola il flusso sanguigno. Mischiamo un po’ di quest’olio con dell’olio di oliva o di mandorla e massaggiamo le gambe.

Vitamina E

La vitamina E è ottima per migliorare la circolazione del sangue. Mangiamo cibi ricchi in vitamina E, ad esempio mandorle, spinaci e avocado. Se crediamo di non assumere una dose sufficiente di questo prezioso elemento, possiamo acquistare in farmacia un integratore adatto.

Acqua

Durante il giorno dobbiamo assicurarci di bere molta acqua. Se abbiamo la cattiva abitudine di consumarne poca, proviamo ad aggiungere del succo di limone, di arancia o di altri frutti e agrumi in modo da stimolarne il consumo. Quando usciamo, portiamo sempre con noi una bottiglietta d’acqua.

Calore

Nei periodi freddi possiamo servirci di una borsa per l’acqua calda o di un analogo sistema per attenuare il dolore. Il calore contribuisce a migliorare la circolazione, quindi poggiamo la borsa per circa 15-20 minuti sull’area interessata.

Pubblicità

Elettroliti

Gli elettroliti sono minerali di cui necessita il nostro organismo: contengono potassio, sodio, caldo e magnesio. Livelli bassi di elettroliti possono essere alla base dei crampi notturni, quindi assicuriamoci di integrare alla nostra dieti i suddetti minerali mangiando frutta e verdura (potassio), latticini (calcio) e cereali integrali (magnesio).

Stretching

Se in ogni caso non riusciamo a liberarci dei crampi notturni, nel fatidico momento è necessario intervenire con un po’ di stretching: sì, è doloroso ma costituisce l’unico metodo per rendere questo momento il più breve possibile. Per prevenire i crampi, invece, facciamo stretching diverse volte durante la giornata e soprattutto prima di andare a dormire.


Potrebbe interessarti anche...