Crema pasticcera impazzita? Recuperatela con l’infallibile segreto della nonna!

crema pasticcera impazzita recuperatela con 4

Avete lavorato con cura e attenzione, ma la crema pasticcera è impazzita! Non disperate, non gettatela. Potete recuperarla con un infallibile segreto, quello della nonna, e di chi se no?!?

Questo adorabile dolce piace proprio a tutti in famiglia: da gustare al cucchiaio o da utilizzare per farcire crostate o bignè, regala grandissime soddisfazione al palato.

Sembra semplicissima da realizzare, eppure a volte basta un attimo di distrazione e la ricetta fallisce miseramente. Ci si ritrova così davanti ad una consistenza grumosa, per nulla liscia come dovrebbe essere per una resa a regola d’arte e gustosa!

Ma se avete sbagliato qualche passaggio, state tranquille, non tutto è perduto, anzi!

Curiose? Iniziamo!

crema pasticcera impazzita recuperatela con 4

Crema pasticcera impazzita: come recuperarla

Innanzitutto, ripassiamo insieme i vari passaggi per non sbagliare.

Per prepararla servono: zucchero, uova, aroma di vaniglia, latte e amido o maizena. Ricordate di setacciare sempre le polveri prima di cominciare a cucinare. Scaldate il latte con la vaniglia e versatelo sul composto di zucchero, uova e farina, ma fatelo lontano dai fornelli, per rimettere poi la crema sul fuoco a fiamma bassissima. Ora non smettete mai di mescolare con il cucchiaio di legno!

Fatelo sempre nello stesso verso: se iniziate in senso orario non invertitelo mai, e viceversa, continuate con estrema attenzione fino a quando non si addensa.

Ma se impazzisce nonostante tutte le vostre cure? Recuperatela in una sola mossa!

Se la consistenza non è liscia e lucida, ma presenta grumi su grumi, munitevi di un colino a maglie strette. Versate la crema nel setaccio e passatela fino a quando non riuscirete ad eliminarli tutti. Troppo macchinoso? Siete poco convinte?

Allora eccovi il rimedio della nonna per eccellenza: trasferitela in una bottiglia di plastica, richiudete il tappo e agitatela per qualche minuto energicamente, fino a quando non si scioglieranno del tutto.

E ora godetevi il frutto della vostra fatica! Buon appetito!

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...