Cherry Pie scaled 1

Crostata di ciliegie (Cherry pie): la torta americana di Nonna Papera

La Cherry Pie altro non è che la mitica torta americana alle ciliegie che di tanto in tanto preparava Nonna Papera per i suoi nipotini!

Anche se è di una bellezza unica, tanto da sembrare un capolavoro casalingo quasi inavvicinabile, in realtà è piuttosto semplice da preparare. La base è una pasta brisé chiamata Pie Crust, veloce da assemblare, elastica e friabile. Qui trovate la ricetta per prepararla.

Il ripieno alle ciliegie, a dire il vero, richiede un po’ di pazienza, perché ovviamente dovremo denocciolarle una ad una. Una volta pronte, però, non dovremo fare altro che aggiungere zucchero, amido, burro, sale, limone e vaniglia, mescolare il tutto, farcire il guscio e decorarlo con le classiche losanghe e cuocerlo in forno.

Che ne dite di cucinare insieme? Mettiamoci al lavoro, si comincia!

Cherry Pie

Cherry pie: ingredienti e preparazione

Per questa ricetta occorrono:

  • 2 dischi di pie crust (qui la ricetta)
  • 1,2 kg ciliegie intere (circa 1 kg snocciolate)
  • 150 g di zucchero
  • 1 pizzico di sale
  • 2 cucchiai di succo di limone
  • 1/4 di cucchiaino di estratto di mandorle (facoltativo)
  • 4 cucchiai di amido di mais
  • 15 g di burro freddo

per finalizzare:

    • 1 uovo
    • 1 cucchiaio di zucchero.

Con queste dosi otterremo una torta da 22 centimetri di diametro.

Il procedimento

Ungiamo uno stampo da crostata da 22 centimetri di diametro e teniamolo a portata di mano.

Prendiamo i nostri panetti di Pie Crust dal frigo al termine del loro riposo e stendiamo il primo per ottenere un disco di 30 centimetri di diametro, spesso circa 3 millimetri, o meno. Adagiamolo sulla tortiera e lasciamo 1 centimetro di avanzo lungo l’intera circonferenza. Filmiamo con il cellophane e riponiamo in frigorifero a rassodare per mezz’ora o in freezer per un quarto d’ora.

Intanto, laviamo e asciughiamo le ciliegie benissimo, poi snoccioliamole e mettiamole via via in una ciotola ben capiente. Spolveriamole con lo zucchero e l’amido di mais, poi aggiungiamo il sale, il succo di limone filtrato, l’estratto di mandorle. Diamo una bella mescolata per uniformare tutti gli ingredienti, poi riprendiamo il guscio e farciamolo in modo da creare una montagnola più alta al centro. Distribuiamo poi 15 grammi di burro in fiocchetti e occupiamoci della copertura.

Stendiamo il secondo disco di Pie Crust per portarlo ad uno spessore inferiore ai 3 millimetri. Tagliamo una decina di striscioline larghe circa 3 centimetri e adagiamole a reticolo sulla superficie, poi mettiamo la nostra torta nel congelatore per 20/30 minuti.

Intanto, emulsioniamo l’uovo in una terrina e preriscaldiamo il forno a 215°.

Trascorso il tempo di riposo, spennelliamo la crostata con l’uovo sbattuto e decoriamo con un cucchiaio di zucchero. Inforniamo sul ripiano più basso per 15 minuti a 215°, poi abbassiamo la temperatura a 190° e proseguiamo a cuocere per un’ora circa. La nostra Cherry Pie è pronta quando risulta dorata in superficie e si intravvede il ripieno ribollire. Se notiamo che si scurisce troppo velocemente, proteggiamola con la stagnola.

Sforniamola e lasciamola intiepidire appena: questa torta è deliziosa ancora calda!

Vi aspetto sulla mia pagina Facebook – Pane e Mortadella

L’articolo Crostata di ciliegie (Cherry pie): la torta americana di Nonna Papera proviene da Pane e Mortadella.

Queste idee valgono oro… Altro che lattine!