Cucinare senza grassi per rallentare l’invecchiamento: 7 regole d’oro!

Cucinare senza grassi è la via maestra per rallentare l’invecchiamento! 

Senza scendere in dettagli medico scientifici che non ci competono e semplificando massimamente, potremmo dire che i grassi da un lato rappresentano la nostra caldaia, generano cioè quell’energia necessaria per evitare la dispersione di calore, dall’altro fungono da veicolo per le vitamine liposolubili.

Ma non è tutto oro ciò che luccica, e come in ogni cosa è necessario non esagerare e saper distinguere tra quelli buoni e quelli da evitare. I grassi saturi sono nocivi, e causano l’insorgere di alcune patologie ematiche. Li trovate soprattutto negli alimenti di origine animale come carne, burro, panna, lardo, e in alcuni cibi prettamente vegetali come l’olio di palma e il burro di arachidi. Sono loro a innalzare il valore del colesterolo. Lo abbassano, invece, quelli polinsaturi, contenuti nei semi e nelle noci: tutti ingredienti che prevengono le malattie cardiovascolari.

Infine, quelli monoinsaturi rallentano l’invecchiamento: consumate noci, olive, oli vegetali, avocado, uova.

Ora che sapete quali sono gli alimenti da inserire nella vostra alimentazione e quali grassi svolgono un’importante funzione anti age, ma come cucinare correttamente? Curiose? Iniziamo!

Cucinare senza grassi, 7 regole d’oro!

È la cottura a rendere gli alimenti più o meno digeribili e sicuri dal punto di vista nutrizionale; nella preparazione è nascosto il segreto per isolare i grassi buoni ed evitare quelli cattivi. Ma nel modo di cucinare risiede anche il rischio di ridurre drasticamente la presenza di vitamine, sali minerali e amminoacidi naturali. Può capitare addirittura che, cucinando, venga assecondata la formazione di sostanze nocive, presenti ad esempio nella carne bruciata. Temperature troppo elevate o acqua eccessivamente abbondante possono guastare il 50% dei micronutrienti instabili al calore.

LEGGI ANCHE:  SOS capelli bianchi! Ecco cosa mangiare per ritardarne la comparsa!

Attenzione quindi a scegliere bene come cucinare per garantirvi un pieno di salute. Seguite queste 7 regole d’oro e non sbaglierete:

  1. Servitevi dell’olio spray: travasate il liquido in un flacone sterile con lo spruzzatore incorporato per non esagerare con le quantità.
  2. Quando cuocete in forno, usate la carta apposita: è in grado di mantenere costante l’umidità e migliora la cottura.
  3. Utilizzate sempre padelle e pentole antiaderenti, vi basteranno quantità ridotte o nulle di olio. Scegliete in pyrex, il fondo alto garantisce una migliore induzione del calore e non altera gli alimenti.
  4. Sostituite all’olio l’acqua: è in grado di mantenere inalterati sapore e qualità del cibo
  5. Optate per la cottura al vapore: distrugge i grassi e riduce drasticamente le dispersione delle vitamine.
  6. Non arrostite, ma lessate i cibi: vi basterà immergere gli alimenti in acqua già bollente e cuocete a fuoco lento.
  7. Utilizzate spezie e erbe aromatiche per insaporire, renderanno gustose le pietanze light.
Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...