Curare un bonsai: mini guida su tutto quello che c’è da sapere!

curare un bonsai mini guida AdobeStock 287060465

Curare un bonsai: mini guida per absolute beginners

Curare un bonsai: guida per absolute beginners. Questi lunghi mesi di lockdown e zone rosse, gialle e arancioni hanno risvegliato in molti l’interesse per svariati hobby casalinghi. Tra questi anche la cura delle piante da appartamento.

curare un bonsai mini guida AdobeStock 287060465

 

Ma per qualcuno anche il geranio o la pianta grassa dopo un po’ lasciano il tempo che trovano. Ecco dunque che i più avventurosi si cimentano col bonsai. Il quale bonsai non è esattamente un’impresa facile.

Qui di seguito vediamo di dare alcuni consigli preliminari e molto generali a beneficio di chi si accosti a questa pratica di coltivazione da principiante assoluto.

Come ognuno sa, la cosa davvero affascinante della tecnica bonsai è che permette di far crescere in casa delle piante che in natura arrivano anche a decine di metri di altezza.

Ma che cos’è un bonsai, di preciso?

Le piante bonsai sono alberi che crescono in un vaso e che sono mantenuti di piccole dimensioni attraverso una periodica potatura sia delle radici che dei rami.

Un bonsai ben riuscito è una pianta piccola ma che nelle proporzioni rispecchia l’aspetto che la stessa pianta avrebbe se lasciata crescere in natura, all’aria aperta.

Più precisamente, la tecnica del bonsai prevede l’utilizzo di fil ferro per dare alle piccole piante una forma predeterminata. In particolare, molto lavoro viene fatto sui rami affinché questi si sviluppino nella direzione voluta.

Come si sa, il bonsai ci viene dall’Oriente. Le più antiche testimonianze scritte che lo riguardano ci vengono dalla Cina e risalgono a più di mille anni fa. Nel Duecento la tecnica fece il suo ingresso in Giappone, dove venne fatta proprio soprattutto dai monaci buddisti.

La penetrazione anche in Occidente ci fu a partire dall’Ottocento, grazie in larga parte alle grandi esposizioni internazionali.

Dove procurarsi un bonsai e come sceglierlo

Come quasi tutto ormai, i bonsai si possono comprare facilmente anche online: per trovare i siti basta fare una ricerca su Google e il gioco è fatto (si può impostare la chiave “comprare bonsai”).

I prezzi in genere non sono popolari, sia per le caratteristiche che deve possedere un buon bonsai, sia per la cura e l’attenzione che servono per farli crescere. Ma va detto che se ne trovano anche per venti euro o poco più.

LEGGI ANCHE:  Piante grasse da esterno: pochissima cura per un giardino da favola

È chiaro che se siete dei principianti forse la cosa migliore è andare in un negozio fisico, dove ci si può far consigliare da persone esperte.

Circa la scelta del tipo di pianta col quale cimentarsi all’inizio, in genere si consigliano il ficus, l’olmo cinese, la zelkova o la crassula. Se poi si ha la possibilità di tenere il bonsai all’aperto, sono indicati il melo, l’acero o il ginepro.

Dove metterlo

Per una pianta da interno occorre un angolo della casa con una buona fonte di illuminazione. L’ideale è vicino a una finestra, a meno di un metro.

Per chi non ha posto dentro casa c’è sempre la scelta di un bonsai da esterno: questo si può tenere anche sul terrazzo.

Quelli da interno in genere sono piante che vengono da climi tropicali o subtropicali, quindi hanno bisogno di caldo tutto l’anno, mentre i bonsai che si possono mettere all’aperto hanno bisogno di sentire il cambio di temperatura al trascorrere delle stagioni.

Per i bonsai da esterno, naturalmente, occorre fare attenzione alle gelate e al vento: in tal caso bisogna metterle subito al riparo.

Curare un bonsai: dove metterlo

Per una pianta da interno occorre un angolo della casa con una buona fonte di illuminazione. L’ideale è vicino a una finestra, a meno di un metro.

Per chi non ha posto dentro casa c’è sempre la scelta di un bonsai da esterno: questo si può tenere anche sul terrazzo.

Quelli da interno in genere sono piante che vengono da climi tropicali o subtropicali, quindi hanno bisogno di caldo tutto l’anno, mentre i bonsai che si possono mettere all’aperto hanno bisogno di sentire il cambio di temperatura al trascorrere delle stagioni.

Per i bonsai da esterno, naturalmente, occorre fare attenzione alle gelate e al vento: in tal caso bisogna metterle subito al riparo.

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...