Redazione Contatti Impostazioni Privacy

Da alla luce 3 bambini dalla pelle scura: il papà svela il “mistero”

Pubblicità

Per essere una coppia bianca del sud degli Stati Uniti, la decisione di Rachel e Aroon Halbert di adottare due embrioni afro-americani non è di quelle che possono essere liquidate come “coraggiose ma tutto sommato ‘normali’”. I due infatti vivono in un Paese in cui il razzismo è ancora solidamente incistato nella psiche nazionale, quindi buona fortuna a loro e anche ai loro figli di pelle scura.

Ma veniamo alla storia.

Già prima di sposarsi, i due missionari presbiteriani Aaron e Rachel Halbert avevano preso la decisione che avrebbero adottato un bambino di colore.

In un articolo scritto per il Washington Post Aaron ha raccontato che lui e Rachel hanno problemi a concepire naturalmente e che a un certo punto si sono resi conto che i bambini bianchi hanno maggiori possibilità di essere adottati, per ovvi motivi. Questa considerazione ha sollecitato la coppia a dare una casa a bambini che altrimenti non ne avrebbero avuta nessuna.

Pubblicità

Forse non si rendevano conto, allora, che questa decisione avrebbe cambiato loro la vita in maniera del tutto inattesa.

I due andarono in un’agenzia per adozioni del Mississippi e adottarono due bimbi neri, un maschietto e una femminuccia. Una mossa che incontrò la solita gamma di reazioni nei loro amici e conoscenti: dal razzismo all’accettazione.

A quel punto, essendo già quattro in famiglia, gli Halbert non avevano alcuna intenzione di avere altri figli, ma poi vennero a sapere del National Embryo Donation Center. Di solito gli embrioni che vi sono conservati vengono distrutti o donati alla scienza, ma i centri di orientamento cristiano accettano “donazioni” che possono poi essere soggette ad “adozione” da parte di coppie che hanno difficoltà a concepire, proprio come gli Halbert.

Presa l’ulteriore decisione di allargare ancora la famiglia, Aaron e Rachel decisero che i nuovi arrivati sarebbero stati anch’essi di colore e adottarono due embrioni afro-americani.

Solo che non avevano fatto i conti con la natura, perché dopo l’impianto in utero uno dei due embrioni si è diviso in due e ha dato luogo a una coppia di gemelle

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche...