Redazione Contatti Impostazioni Privacy

Daniel McVicar: l’ex Clarke di Beautiful a Processo per maltrattamenti

Pubblicità

Ieri, 29 Maggio 2019, è iniziato a Torino il processo a Daniel McVicar, attore statunitense noto per aver interpretato il personaggio di Clarke Garrison nella soap Beautiful. Le accuse sono pesanti: lesioni aggravate e violazione degli obblighi di assistenza familiare nei confronti della ex moglie Virginia De Agostini. E pensare che solo qualche anno fa la loro storia d’amore sembrava una favola…

Galeotta fu la tv

Daniel McVicar e Virginia De Agostini si conobbero nel 2007 partecipando entrambi alla trasmissione condotta da Milly CarlucciNotti sul ghiaccio”. Lei era l’insegnante di pattinaggio di lui, che partecipava come concorrente. L’affiatamento della coppia parve fin da subito evidente, tanto che dopo poco tempo la relazione venne resa pubblica.

Il matrimonio arrivò nel 2011, allietato l’anno successivo dalla nascita di un bambino. Nel frattempo, Daniel aveva anche trovato il tempo per partecipare come naufrago all’ottava edizione de L’isola dei famosi.

Daniel McVicar: la tragedia e il ritorno alla vita

Pubblicità

All’inizio del 2011, l’attore si trovò a dover affrontare la tragica scomparsa del figlio ventiduenne Hank, morto in un incidente stradale a Los Angeles. Nel 2012, dalla moglie Virginia, ha avuto il piccolo Pietro, nato a Torino, la città in cui McVicar risiede ormai da diversi anni. Dopo la perdita del ragazzo, Daniel dichiarò che proprio dal matrimonio e dalla nuova nascita, oltre che dalla nuova vita in Italia e, in particolare, nel capoluogo piemontese, sperava di trovare la forza per superare un dolore così atroce.

Ma il legame, poco dopo, è naufragato, per di più portandosi dietro strascichi pesanti.

McVicar dice: “Sono innocente”

Intanto, in merito alle accuse e al processo in atto, Daniel McVicar si dichiara innocente. La nota diffusa attraverso i suoi legali recita: “Nego tutte le accuse mosse a mio carico, sono innocente ed assolutamente contrario ad ogni tipo di violenza. Credo nella giustizia ed auspico che il processo possa portare alla luce la verità dei fatti”.

E ancora: “Nonostante tutte le accuse dolorose mosse a mio carico, sono rimasto a Torino per poter stare vicino a mio figlio Pietro che amo immensamente e con il quale ho uno splendido rapporto. Con l’aiuto dei miei avvocati mi difenderò per provare la mia innocenza da tutte le accuse”.

Insomma, per l’ex Clarke Garrison, non è un periodo facile. In attesa che la giustizia faccia il suo corso, McVicar continua la sua vita in Italia, Paese di cui ha la cittadinanza. Attualmente, è insegnante di Laboratorio Teatrale presso la Fondazione Teatro Nuovo di Torino.


Potrebbe interessarti anche...